GASPARE BAGLIO

Nato il 04/07/1980 a Bologna, risiede a Venanzio di Galliera (BO).
E-mail: gasparebaglio@virgilio.it
  • IMMAGINI

    1 - 2 - 3
QUESTIONARIO:
1.Perché hai deciso di partecipare a questo concorso?
Perchè sono un terribile egocentrico e voglio stare sempre e spudoratamente al centro dell'attenzione!!!!
Questa è la motivazione principale. poi... bhè, voglio mettermi alla prova... non ho mai fatto vedere nulla di ciò che faccio come artista a nessuno.
Ho lavorato in altri ambiti, come quello teatrale e questo concorso lo faccio per mettermi in discussione, per cambiare aria.
Non ho mai mostrato niente a nessuno perchè sono molto legato a ciò che faccio e vivo l'arte visiva come una cosa intima. Ma prima o poi le cose intime vanno scoperte no?

2.Per chi è utile l'arte?
Credo per tutti... perchè fa sentire intelligenti... metti che uno guarda un'opera astratta... può dargli tutti i significati che vuole, può sentirsi colto, vedere chissà quali immense espressioni dell'io dell'autore... mentre invece, magari l'autore voleva solo rappresentare una barchetta...!

3.Cos'è la libertà di espressione?
a) quando il mondo gira davvero attorno a me a prescindere da come io mi esprima
b) quando mi chiamano 'artista' per come mi atteggio
c) quando ciò che ferma la mia espressione è solamente il suo esaurimento
d) quando la mia espressione finisce dove inizia quella degli altri
e) altro: jiosdayjnfxgwtglkdjanvòldoiaòdaklmbòsLKJBALòDK QUESTA è LA VERA LIBERTà DI ESPRESSIONE!!!!

4.Come interpreti l'affermazione di Joseph Beuys: "Tutti sono artisti"?
Non sono affatto d'accordo! per essere artisti bisogna avere un minimo di dote, un minimo di sbuzzo, di inventiva... per me un conto è essere artisti e un conto è usare l'arte come hobby! Se poi mi dite che ci sono alcuni non professionisti che sono più bravi degli artisti che lo fanno per mestiere... bhè questo è un altro discorso e non mi compete... o forse si?

5.Qual'è l'ultimo vernissage di un evento culturale al quale sei stato? Esprimi la tua opinione al riguardo
Sono stato alla mostra di Claudia Losi dal titolo "Places".
Ho trovato il tutto molto interessante soprattutto perchè venivano usate le stoffe e i ricami.
Mi piace l'arte diversa, l'arte utilizzata con cose che magari, ora, rischiano di estinguersi perchè purtroppo non tutti i giovani colgono ciò che potrebbe essere tramandato loro dalle vecchie generazioni. Come l'arte del ricamo appunto.
Mi piace anche l'arte come punto di aggregazione. Una delle opere è stata fatta da un gruppo di donne di nazionalità diversa. L'arte come unione è una delle cose che più fanno sentire "artista".
La comunione con altri individui è sempre un punto di partenza per una crescita artistica e umana secondo me.

6.Il più speziato pettegolezzo dell'ambito culturale?
Non ascolto mai i pettegolezzi... anche perchè... insomma... basta parlare di me!!!!

7.Cosa determina l'atteggiamento di un artista incline al successo?
La faccia tosta! La faccia tosta e ancora la faccia tosta!!!!!!!!

8.Chi mantiene l'artista?
Nel mio caso l'artista stesso. Ma non credo di essere l'unico animale raro in circolazione.

9.Chi ha sponsorizzato il tuo ultimo progetto (specifica le modalità)?
Io stesso. Sono autodidatta e mi sponsorizzo. Ebbene si! Faccio tutto me ecco... praticamente... punto.

10.Quali sacrifici hai fatto e cosa faresti per raggiungere i tuoi obiettivi?

Lavorare da impiegato tutti i santi giorni mi sembra che è un sacrificio abbastanza importante, se poi aggiungiamo che il papà piuttosto di vedere un figlio artista preferirebbe andare a Madrid e tagliare personalmente le parti intime di un toro nel bel mezzo di un rituale copulativo... bhè... ho detto tutto! Ma non demordo eh... non demordo! Io.

11.Le tue misure: altezza-peso / colore dei capelli-occhi / petto,seno-vita-fianchi
80-60-90.... no no... 175 cm x 70 kg, biondo-occhi azzurri, 95 (petto), 90 (vita), 100 (fianchi)

12.Qual è la tua colonna sonora? Facci conoscere che tipo di musica preferisci.
Mi piacciono molto le canzoni del musical... In particolare, ultimamente, mi sono fatto prendere molto dalla colonna sonora del Piccolo Principe di Riccardo Cocciante.
Amo la musica anni '80 (Cure, Depeche Mode, Dead or Alive, etc.) e la musica trash (Sigle cartoons e programmi tv).
Il mio gruppo preferito in questo momento della mia vita sono gli ABBA e la mia cantante preferita resta sempre e comunque Carmen Consoli. Un consiglio... c'è un certo Ivan Segreto... bravissimo, ascoltatelo!

13.Quali sono le tue perversioni?
Io generalmente esaudisco le perversioni altrui... comunque:
- trattenere la pipì per poi rendere più piacevole e liberatoria la minzione;
- sono un voyeur e viceversa!;
- usare la cioccolata in qualsiasi occasione... proprio qualsiasi!;
- obbligare gli altri a dirmi "sei bellissimo!";
- cibarmi fino a diventare euforico;
- la lista non è da considerarsi esaustiva;

14.Sei mai andato da uno psicologo?
E' una domanda o un consiglio? oh, scusate è vero... è buona educazione non rispondere ed una domanda con un'altra domanda... comunque la risposta è no!

15.Ti occupi di politica? Perché?
Mi interesso di politica perchè è giusto, a mio avviso, essere sempre informati su come girano le cose intorno a te. E ovviamente non mi riferisco solo alla politica.

16.Uno slogan che ti rappresenta (va pubblicato sul manifesto).
Userò il titolo di una canzone dei Bluvertigo che rappresenta perfettamente il mio essere: SONO COME SONO.
CV
F O R M A Z I O N E
Corso di doppiaggio presso "Studi Titania" (2003)
Seminario "L'attore e l'oggetto" condotto da François Chat (2002)
Diploma di attore conferito all'Accademia Antoniana d'arte drammatica di
Bologna con il punteggio di 94/100 (2001)
Corso di canto condotto da Tania Bellanca (2000)
Stage "Il corpo vocale" condotto da Yves Lebreton (2000)
Laboratorio teatrale condotto da Laura Falqui (1996 - 1999)
T E A T R O
"The Gift" (coprot.). Testo e Regia: Tom W. Lister (2003)
"Ho ucciso tua moglie!" (coprot.) Regia: Laura Falqui (2003)
"Il Delirante" (prot.). Testo e Regia: Daniele Del Monaco (2002)
"Conversazioni in giardino - Trilogia teatrale" (prot.). Regia: Laura Falqui
(2002)
"Mi scappa la parola" (coprot.). Regia: Giuseppe Caruso (2001)
"Monologhi" (coprot.). Regia: Gianfranco Rimondi (2001)
"Saloon - il musical" (coprot.). Regia: Laura Falqui (2001)
"La Locandiera" (coprot.) di Goldoni. Regia: Giuseppe Caruso (2001)
D O P P I A G G I O
"Le radici e le ali" (voce narrante) cortometraggio di GianGiacomo De Stefano
(2003)
A L T R E N O T I Z I E
Lingue parlate: Inglese (buono), Francese (ottimo), tedesco e spagnolo
(scolastico)