ISABELLA BONA

Nata il 20/03/1975 a Vittorio Veneto (TV) , risiede a Saverzene (BG)
E-mail: ibona@libero.it
  • IMMAGINI

    1 - 2 - 3
QUESTIONARIO:

1. Perché hai deciso di partecipare a questo concorso?

Se partecipassi alla Biennale di Venezia avrei raggiunto il mio sogno e dopo...potrei anche morire.

2. Per chi è utile l'arte?
Creare è un atto eccentrico, ma è anche un atto d'amore. Io faccio arte solo perché mi eccita farlo.

3. Cos'è la libertà di espressione?
a) quando il mondo gira davvero attorno a me a prescindere da come io mi esprima
b) quando mi chiamano 'artista' per come mi atteggio
c) quando ciò che ferma la mia espressione è solamente il suo esaurimento
d) quando la mia espressione finisce dove inizia quella degli altri
e) altro:
Quando ciò che creo è libero da mode , stili e tendenze imposte.

4. Come interpreti l'affermazione di Joseph Beuys: "Tutti sono artisti"?
Tutti sono artisti...ma i Geni dove sono finiti?

5. Qual'è l'ultimo vernissage di un evento culturale al quale sei stato? Esprimi la tua opinione al riguardo
L'inaugurazione alla Villa Manin di Passariano ( Ud) del Nuovo Centro d' Arte Contemporanea con la mostra " LOVE/HATE : da Magritte a Cattelan organizzata" da F. Bonani. Un evento in cui l'artista sa come divertirsi...

6. Il più speziato pettegolezzo dell'ambito culturale?
"Ad una festa in discoteca- offerta dal gallerista Larry Gagosian- il più scatenato era lui, Achille Bonito Oliva che è riuscito a darsi una calmata solo dopo aver subito il fascino della giovane critica romana Lavinia Filippi. E come dargli torto..." ( da Exibart)

7. Cosa determina l'atteggiamento di un artista incline al successo?
La capacità di far parlare di sé i media soprattutto con atteggiamenti provocatori, e di instaurare rapporti interpersonali significativi con i protagonisti e nei luoghi del mondo culturale e non.

8. Chi mantiene l'artista?
Da Kanhweiler in poi...i galleristi!

9. Chi ha sponsorizzato il tuo ultimo progetto (specifica le modalità)?
La partecipazione a "Mogliano Fotografia", manifestazione organizzata dal Comune di Mogliano Veneto ( VE) e dall' Associazione culturale Fotogramma. L'evento giunto alla 4° edizione si è tenuto al " Brolo Centro d'Arte e Cultura", resosi noto per aver ospitato i disegni di Matisse e Toulouse-Lautrec. È stato realizzato un catalogo della mostra su CD-ROM. Date le dimensioni e l'impatto delle mie opere mi è stata riservata un'intera sala dell' esposizione. I miei lavori sono stati apprezzati soprattutto da artisti e critici di pittura, mentre hanno suscitato molte polemiche tra le menti più conservatrici della fotografia. Ma, come si dice,... "che se ne parli bene o male non importa, purchè se ne parli".

10. Quali sacrifici hai fatto e cosa faresti per raggiungere i tuoi obiettivi?
Sono certa solo di cosa non farò : accettare compromessi di tipo
sessuale...anche perché non ne ho mai trovati di eccitanti!

11. Le tue misure: altezza-peso / colore dei capelli-occhi / petto,seno-vita-fianchi
Le mie misure?! Le più grandi ed interessanti sono quelle dei miei lavori.

12. Qual è la tua colonna sonora? Facci conoscere che tipo di musica preferisci.

La mia canzone preferita è Nusrat Fateh Ali Khan; mi piacciono le canzoni con suggestioni etniche, soprattutto arabeggianti. Quando lavoro mi aiutano a estraniarmi ed entrare in una giusta trance.

13. Quali sono le tue perversioni?
Capitare in feste mascherate nelle notti veneziane come nel Film "Eyes wide shut" di S. Kubrick.

14. Sei mai andato da uno psicologo?
No, le mie paure, i miei tormenti fanno di me l'artista che sono e sono meravigliosamente mie.

15. Ti occupi di politica? Perché?
Voglio che la mia vita sia il più libera possibile , voglio solo il miglior tipo di atmosfera in cui lavorare.

16. Uno slogan che ti rappresenta (va pubblicato sul manifesto).
I' M NOT GROUND BUT AIR WITH FIRE INSIDE.
CV
Dopo aver conseguito il diploma di Maturità d' Arte Applicata presso l' Istituto Statale d' Arte di Vittorio Veneto, si diploma in pittura all'Accademia di Belle Arti di Venezia con una tesi sulla conservazione dell'arte contemporanea, relatore prof. V. Tiozzo. Attualmente lavora come fotografa per la ditta di grafica pubblicitaria "Aquarello" di Pieve di Cadore (BL).
Iscritta all' Archivio dei giovani artisti di Venezia GAI; selezionata nel sito internet: www.giovaniartisti.it

ESPOSIZIONI
"ACQUA ALTA2"
Accademia di Belle Arti di Venezia, 1998.
Curatori: Riccardo Camoni, Luca Bendini
"FUORIgROTTA"
Palazzo Piasenti, Cavarzere (VE), 1998
Curatore Massimo Campaci
"AMNESTY INTERNETIONAL",
Sala del Municipio Limana, (BL), 1998
"83a Collettiva",
Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia, 2000
"PERSONALE",
Palazzo Podestà, Treviso, 2000
Assesorato alla Cultura Provincia di Treviso
Premio Sezione Grafica
Mostra d'Arte Contemporanea 2000
Villa Farsetti S.Maria di Sala (VE)
Associazione Culturale "A SE STANTE", presenza critica Paolo Rizzi
"PREMIO ARTE 2000 MONDADORI"
Premio computer graphic
Palazzo Posteria, Milano, 2000
"XII PORTICI INATTUALI",
Sitran (Belluno), 2000
Presenza critica Angelo Bertani
"GIOVANI ARTISTI"
Palazzo Piazzoni Parravicini, Vittorio Veneto (TV), 2001
"IL FUOCO INTORNO"
Casa Gaia da Camino, Porto Buffolé, Venezia, 2001
WORKSHOP di FOTOGRAFIA
tenuto dal Maestro giapponese NOBUYOSHI ARAKI
Ai Giardini Castello, PADIGLIONE ITALIA, Venezia 2002
patrocinato dall‚ Istituto Giapponese di Cultura
"GIOVANI ARTISTI",
Palazzo Correr, Venezia
patrocinato dall‚ Istituto Romeno di cultura, 2002
"Q13 VISUAL ART PROJECT"
Centro culturale Candiani, Mestre, Venezia 2002
"TECHNICOLOR NUOVE TINTE FORTI‰
spazio GATE01, Treviso, 2003
"VITTORIO ARTE"
ex ghetto ebraico, Vittorio Veneto (TV), 2003
"BURNED CHILDREN OF AMERICA"
villa Benzi Zecchini, Caerano S.Marco (TV) 2004
"CONTAMINAZIONI"
Galleria Nazionale di Fotografia, Padova 2004
a cura di Enrico Gusella
"MOGLIANO FOTOGRAFIA",
Spazio Brolo, Mogliano (VE) 2004
a cura di Paolo Croci

Nel 2000 ha conseguito il"PREMIO ARTE MONDADORI 2000" per la sezione computer graphic

Nel 2002 è stata selezionata per partecipare al Workshop di fotografia tenuto dal Maestro Giapponese NOBUYOSHI ARAKI, al PADIGLIONE ITALIA
Giardini della Biennale di Venezia.