MASSIMO FALSACI

Nato il 14/10/1974 a Cannobio (Vb) dove risiede.
E-mail: falsaci@inwind.it
  • IMMAGINI

    1 - 2 - 3
QUESTIONARIO:

1. Perché hai deciso di partecipare a questo concorso?

Mi piace sperimentare, mettermi in gioco, confrontarmi con gli altri e poi la cosa mi incuriosisce.

2.Per chi è utile l'arte?
Per tutti coloro che non hanno ancora scoperto se stessi.

3.cos'è la libertà di espressione?
c) quando ciò che ferma la mia espressione è solamente il suo esaurimento

4.Come interpreti la frase di Joseph Beyus "tutti sono artisti"?
Potenzialmente tutti sono artisti ma solo chi è in grado di produrre esperienz e stimolanti nei confronti della propria creatività e generare così libertà, è un artista insenso stretto

5.Qual'è l'ultimo vernissage di un evento culturale al quale hai partecipato? Esprimi la tua opinioe al riguardo.
Mostra in onore di Giorgio Gaber alla libreria Bocca di via Vittorio Emanuele a Milano. La mia opinione: na gran confusione (un'accozzaglia di persone) dove non si è saputovalorizzare l'operato degli artisti che hanno partecipato.

6.Il più speziato pettegolezzo dell'ambito culturale?
Sembrava una banale rettifica quella in cui Antonio Tabucchi smentisce sull'Unità di aver mancato un'incontro letterario a Mantova per un "impegno sopravvenuto". S'era sparsa una voce maligna, come tante che circolano in questi casi, un semplice e innoquo gossipculturale senza fondamento, come ne ricorrono tanti nelle cronache giornalistiche.
E anche Tabucchi sembrava stranamente calmo, quasi, se non divertito, comunque disposto a prendere la cosa senza far la faccia dell'indignazione permanente, della predica apocalittica, dell sdegno solenne. Invece è stato più forte di lui. D'improviso erompe la vena indignata, senza la quale Tabucchi si sente smarrito e disarmato. Allora di chi diventa la colpa del banale pettegolezzo? La colpa è di un'Italia ormai nutrita dell'immaginario televisivo, che produce voci simili al talk show che la tv ci regala ogni sera. Ecco il dosco rotto, l'ossessione unica e totalizzante, il mantra cantilenante contro la tv, la tv, la tv, la tv. Sempre colpa della televisione, della televisione, della televisione....è tornato Tabucchi!

7.Che cosa determina l'atteggiamento di un artista incline al successo?
La capacità di entusiasmarsi ed emozionarsi per ogni piccola cosa.

8. Chi mantiene l'artista?
Da un punto di vista psicologico se stesso.
Da un punto di vista economico il gallerista o il mercante d'arte.

9.Chi ha sponsorizzato il tuo ultimo progetto? Specifica le modalità.
Un gallerista di lecco che mi sta appoggiando nelle mie scelte stilistiche.

10.Quali sacrifici hai fatto e faresti per raggiungere i tuoi obiettivi?
Sono convinto che quando uno fa le cosa che gli piacciono non ci sono sacrifici, sicuramente qualche pirvazione e qualche sfizio mancato, ma nulla di eclatante. Per raggiungere i miei obiettivi farei di tutto, sempre nel limite del rispetto dei miei ideali e delle persone che amo.

11. Le tue misure:altezza,peso,colore dei capelli/occhi,petto,seno,vita,fianchi
altezza:1,74 cm
peso: 54 kg
capelli: castani
occhi: castani
petto: 92 cm
vita: 69 cm
fianchi 85 cm

12. Qual'è la tua colonna sonora? Facci conoscere che tipo di musica preferisci.
Non ho una colonna sonra preferita, nemmeno un genere a cui sno appassionato di più di un altro. Sono una persona molto eclettica, non mi precludo nessuna musica. Importante è che la musica riesca a trasmettermi sensazioni (brutta o cattiva che sia) e mi sia di stimolo.

13.Quali sono le tue perversioni?
Nutella e patatine

14.Sei mai andato da uno psicologo?
No, non sono mai andato da uno psicologo (mi basto da solo), però mi piace tanto leggere libri che trattano questo argomento....e poi mi basta la mia cara amica Anna.

15. Ti occupi di politica? Perchè?
Non mi occupo di politica in senso stretto perchèmi piace fare fatti, non parole.

16.Uno slogan che ti rappresenta, va pubblicato sul manifesto.
É uno slogan che mi porto dietro dalle superiori: Ad Altiora sempre.
CV
Studi intrapresi
2003 Master In Marketing e Pubblicità, presso F&L Milano.
2001 Laurea in Scienza e Tecnologie Alimentari.
1994 Diploma di maturità classica sperimentale.
Formazione Artistica
2003 Stage modellazione dell'argilla, presso Comuna Baires, Milano.
2000 Corsi di pittura (tecniche miste) presso il centro culturale l'Atelier Milano.
1998 Corso di disegno sulla figura umana (prof. Balì, Milano).
1997 Lezioni private, tenute dall'illustratore Karel Thole, sui rudimenti dell'illustrazione editoriale la tecnica dello scraper board e del carboncino.
Frequentazione di Studi di Artisti
2004 Pittrice Acquarellista Corinna Bava - Cannobio (Vb)
2002 Pittore Ennio Carzaniga - Milano
2001 Pittrice Acquarellista Gianna Berettini - Milano
2000 Pittore Ezio Balliano - Vercelli
1998 Pittore Balì - Milano
1997 Illustratore e pittore Karel Thole - Cannobio (Vb)
Mostre Personali
2004 Mercart - Prima Fiera Internazionale dell'arte Lugano Svizzera. Curatori: Marco Borella e Dott. Vito Cracas (Direttore Artistico).
2003 "Personale", Palazzo Mandamentale Cannobio (Verbania).
2001 "Astrazioni", Centro Commerciale Portorosa (Messina).
Mostre Collettive
2004 Nuova Iconica Galleria Camaver Lecco. Curatori: Marcello Cazzaniga e Sabrina Arosio
2004 Careof - Talk to the City - Piazza del Monumentale Milano. Curatori: Careof & Via Farini e La fabbrica del Vapore.
2004Primo Trofeo Giorgio Gaber Comune di Melzo Sala mostre e Sala Mostre zona 7 di Milano. Curatori: Giorgio Falossi (Critico d'arte), Fernando Silo (Critico d'arte), Giorgio Tarantino (Studioso d'arte), Attilio Colombo (Consulente La Permanente Milano), Gennaro Montanaro (Presidente Amici del Quadrato di Milano)
2004 Prima esposizione artistica internazionale Cannobio Verbania.
2004 "Ruba un raggio di sole per l'inverno" - Sala Consiliare del comune di Città di Castello Perugina. Curatori: Associazione Artea.
2004 "Al caro Giorgio" Libreria Bocca Galleria Vittorio Emanuele II Milano. Curatori: Giacomo Lodetti , Gianni Ottaviani, Ranco Colnaghi, Giacomo Papi e Bianca Maria Rizzi.
2004 "Giorgio Gaber" Galleria Bianca Maria Rizzi Milano. Curatore: Bianca Maria Rizzi.
2004 "Omaggio Giorgio Gaber" Galleria Scoglio di Quarto Milano. Curatore: Galleria Scoglio di Quarto.
2003 "Palio della Balestra", Sala Oratorio di San Rocco Sansepolcro. Curatore: Luciano Mazzini.
2003"Città di Verbania", Sala grande del museo del paesaggio Verbania. Curatori: Pacian di Intra.
2002 "Acquarelli di Gianna Berrettini e olii di Massimo Falsaci" Palazzo Mandamentale Cannobio (Vb).
2002 "Anima a Confronto", Via Maestri Campionesi Milano. Curatori: Associazione Culturale l'Atelier di Milano.
2002 "Pentecoste 2002", Palazzo Mandamentale Cannobio (Vb). Curatore: Associazione Armonie
2001 "Natale 2001", Palazzo Mandamentale Cannobio (Vb) Curatore: AssociazioneArmonie
Altre Informazioni
2004 Vincitore del primo trofeo di pittura "Giorgio Gaber" indetto dalla Provincia di Milano.
Menzione Speciale al Premio Nazionale "Ruba un raggio di sole per l'inverno - Città di Castello PG.
2004 Presente nella sezione "Ingresso libero" rivista Arte Mondatori - mese di Luglio.
Premio colore al concorso internazionale "Colori, Luci e Suoni di fine estate" Cannobio (VB).
2003 Selezionato per il calendario 2004 Grafiche MartinType.