ANTONIO FIORINI
Nato il 18/09/1964 a Brindisi, risiede a Mestre (VE).
E-mail: fiorini_antonio@libero.it
  • IMMAGINI

    1 - 2 - 3
QUESTIONARIO:

1. Perché hai deciso di partecipare a questo concorso?

Ho provato subito grande interesse per questa operazione strettamente legata alla storica, necessaria e contradditoria manifestazione della Biennale di Venezia.
Mi sono sempre chiesto quali fossero i canali che portassero ad esporre gli artisti in manifestazioni come la suddetta per la quale ho provato profonda e costante gratitudine per il fatto di permettermi un confronto diretto con lo stato del mondo artistico e creativo internazionale nel breve periodo.
Inoltre sono stato attratto dall'idea "trasgressiva" del Vostro concorso di utilizzare i mezzi mediatici per ottenere una visibilità che a fatica dopo anni di mostre (personali e collettive), fiere, concorsi (nazionali e internazionali) non è arrivata in maniera eclatante, nonostante le continue conferme avute con il mio operare dal pubblico e dagli addetti ai lavori. Specifico subito come in qualità di "trasgressore della trasgressione" uso la "norma" per destabilizzare gli animi contemporanei sempre alla ricerca di qualcosa o qualcuno di altrove non accorgendosi che nei nostri tempi l'omogeneizzazione delle trasgressioni eleva la normalità alla massima rivoluzione!

2. Per chi è utile l'arte?
Prima di tutto per se stessi, come valvola di sfogo necessaria a cui non ci si può sottrarre facilmente, poi per la necessità egocentrica dell'io di confrontarsi con l'esterno aprendo il proprio mondo interiore agli sguardi affamati dell'altro, curioso di sapere come si è potuto arrivare a tanto, assaporandone l'eccitazione o la delusione scaturita dal confronto diretto con tale operato creativo.

3. Cos'è la libertà di espressione?
Quando la mia espressione finisce dove inizia quella degli altri!
a) quando il mondo gira davvero attorno a me a prescindere da come io mi esprima
b) quando mi chiamano 'artista' per come mi atteggio
c) quando ciò che ferma la mia espressione è solamente il suo esaurimento
d) quando la mia espressione finisce dove inizia quella degli altri
e) altro

4. Come interpreti l'affermazione di Joseph Beuys: "Tutti sono artisti"?
Non credo in toto a tale affermazione; sicuramente tutti possiamo esprimere la nostra interiorità come meglio preferiamo, ma tra questo ed essere artisti c'è un gradino molto alto da superare strettamente legato alle emozioni (positive e negative) che si riescono ad infondere al di là della propria volontà, se queste tendono ad essere trasversali ed universali allora si è sfiorato il gradino dell'arte.
Questa frase affascina sicuramente per il senso democratico di libertà creativa che approvo, ma non risolve la diatriba millenaria fra artista e società civile. L'arte esprime il fascino misterioso di un mondo altro a cui tutti non possiamo arrivare è per questo che la fascinazione dell'artista è legata al suo aspetto medianico-pratico con cui collega tramite il proprio essere e operare noi mortali all'universalità del nostro presente, vincendo le barriere del tempo e dello spazio.

5. Qual'è l'ultimo vernissage di un evento culturale al quale sei stato? Esprimi la tua opinione al riguardo
L'ultimo vernissage di una certa rilevanza a cui ho preso parte è stato quello della Biennale architettura 2004 grazie ad una conoscenza. Il momento inaugurale è sicuramente legato all'idea di presentazione, assume spesse volte un valore iniziatico dove il porsi di fronte all'attenzione del mondo e al giudizio critico dello stesso ne fa un banco di prova, un'esame da cui l'evento ne esce più o meno "rafforzato". Il suo valore è indiscutibile non lo sono invece i comportamenti dei presenzialisti, artisti e non, la cui idea è prevalentemente legata ad un esserci per mettersi in mostra ed è qui che nasce in me forte il desiderio di osservare questi campionari umani (in cui mi colloco) con uno spirito critico esasperato arrivando ad elaborare spaventose riflessioni ad ogni costo che ti fanno apprezzare il silenzio e la riflessione anche se mi rendo conto che i teatrini inaugurali necessitano di queste figure!

6. Il più speziato pettegolezzo dell'ambito culturale?
Viva la banalità della prossima affermazione: "Colei o colui è diventato famoso perché l'ha data o dato al gallerista o al potente di turno", e purtroppo questa facile equazione torna in ogni settore, sarà vera?

7. Cosa determina l'atteggiamento di un artista incline al successo?
La sua personalità, strettamente legata al suo vissuto e al suo operato, la sua capacità di essere parte integrante della società, il suo spirito di osservazione più o meno critico, la sua capacità di mettersi in discussione, quanto crede in lui chi gli sta alle spalle.
Ormai credo che la società odierna, da Duchamp in poi, abbia inserito nella sfera mediatica-pubblicitaria la figura del creatore d'arte legando il suo successo più che al suo fare alla sua maschera fatta di presenza fisica, simpatia, trasgressione più o meno urlata, sua capacità nel creare eventi e "dibattiti" mediatici, e alle sue abilità tecniche strettamente legate al suo mondo concettuale.

8. Chi mantiene l'artista?
L'artista dovrebbe mantenersi con la propria arte, ma questa è pura utopia visto la svolta epocale della figura dei committenti, ma soprattutto dei mediatori quali critici e galleristi sempre meno attenti a svolgere un ruolo di selezione che possa garantire all'acquirente l'investimento sicuro sia per il mercato d'autore che per quello degli artisti emergenti. Credo inoltre che questo sia un problema prevalentemente italiano.
Per quanto mi riguarda ho sempre cercato di avvalorare il mio operato tramite i concorsi e le mostre al fine di poter presentare un curriculum apprezzabile al potenziale acquirente. Non ho mai avuto grossi problemi a piazzare le mie opere anzi mi ha fatto piacere il fatto che annualmente alcuni clienti tornassero ad acquistare nuovi pezzi per il gusto di mantenere un rapporto con l'artista in qualità di persona apprezzata.

9. Chi ha sponsorizzato il tuo ultimo progetto (specifica le modalità)?
La Galleria "La Roggia" di Pordenone che mi ha portato per due volte in Spagna a Madrid (1999) e a Medina del Campo (2000) all'interno di scambi interculturali fra gallerie pubbliche e private, per il resto da autodidatta ho cercato di arrangiarmi da solo.

10. Quali sacrifici hai fatto e cosa faresti per raggiungere i tuoi obiettivi?
Tutti se penso sia necessario farli e soprattutto compatibili con il mio essere, visto l'alta consapevolezza che ho di me e del mio operato e di quanta misera esteriorità mi circonda.

11. Le tue misure: altezza-peso / colore dei capelli-occhi / petto,seno-vita-fianchi
Corporatura brevilinea, ben piantata su questa terra (fisicamente), razza di origine romagnola legata alla terra dei grassi e fertili campi forlivesi, terra rossa passionale e fumantina come il mio carattere (contare fino a dieci non mi basta mai), il tutto condito dall'aver respirato aria brindisina (e quindi levantina, mediterranea) nei primi cinque anni della mia vita, italiano 100x100: 170x75, occhi castani, capelli castani corti e radi, petto 98, vita 92, fianchi 102.

12. Qual è la tua colonna sonora? Facci conoscere che tipo di musica preferisci.
Musica e concerti come momento sociale.
Musica e ballo come momento liberatorio.
Musica e fare pittorico come momento catartico.
Musica e noia (nulla) come lavoro per la memoria.
La musica anni '80 richiama le corde sentimentali della mia gioventù, il funky mi fa scatenare per le sue reminescenze tribali e a seconda delle situazioni sono aperto a qualsiasi forma di espressione musicale:
Musicisti anglo-americani: Santana, The Smiths, The Doors, Beatles, Prince, Simply Red, Sade, Nick Cave, Sting, E. Clapton, D. Byrne, Fine Young Cannibal, Supertramp, Bjork, Talking Heads, Tracy Chatman, Frank Sinatra, Elvis Presley.
Musicisti Jazz: Miles Davis, Billie Holiday, John Coltrane, Ray Charles, Manhattan Transfer, Aretha Franklin, Art Blakey, Ella Fitzgerald, Dizzy Gillepsie, Dee Dee Bridgewater, Chet Baker, Glenn Miller.
Musicisti italiani: Almamegretta, Pino daniele, Paolo Conte, Mina, Caparezza, Subsonica, Vinicio Caposella, Vasco Rossi, Ligabue, Elisa.
Musicisti internazionali: Ryuiki Sakamoto, Mercedes Sosa, Buena Vista Social Club.
Colonne sonore di films: The million dollar hotel, Puerto escondido, Betty Blue, Un uomo da marciapiede, Il laureato, Shine, Lezioni di piano.

13. Quali sono le tue perversioni?
Il concetto di "perversione" mi è difficile da comprendere perché richiede una cultura personale fortemente impregnata dalla morale religiosa e sociale (di destra o sinistra che sia). Mi sento un uomo libero e quindi credo di vivere lottando per imporre questa mia condizione con il mio operare; odio tutto ciò che è violenza fisica o psicologica e se perversione significa essere violento andando contro la mia "morale" credo che non cadrò mai in questo tranello preferendo esprimermi con la forza visiva delle mie opere e la banalità della mia maschera.
Riassumendo: Vivere in libertà senza ledere l'altro con cui è indispensabile interagire sempre in ogni settore del quotidiano! (cosa per niente facile da realizzare)

14. Sei mai andato da uno psicologo?
Si, ma devo dire che l'esperienza mi ha lasciato molto interdetto, visto che nasceva spontaneamente la curiosità di sondare lo psicologo attuando un percorso inverso a quello per cui ero andato; trovo molto più giovamento nel:
parlare di me e delle mie problematiche esistenziali agli "amici fidati";
fare corsi psico corporei di gruppo sulla conoscenza di sè;
abbandonarmi ad una buona lezioni di joga;
farmi una bella nuotata (l'acqua per me è un ottimo elemento rigenerante);
scatenare il mio mondo interiore attraverso la pittura e la gestualità materica del mio operare.
Credo fortemente che uno stato di "malessere" interiore serva ad essere attenti osservatori di se stessi e del mondo che ti circonda esasperando un senso critico-creativo indispensabile alla buona resa artistica; di conseguenza la maturità mi ha fatto apprezzare questa sensazione elevandola a "qualità" necessaria per la mia personalità.

15. Ti occupi di politica? Perché?

Se politica è essere attivi nel movimento dei professori precari della scuola morattiana, si;
se politica è parlare all'interno delle ore di lezione ai ragazzi di sviluppo equo e solidale, di globalizzazione, dei movimenti contrari a questo sistema, dei paesi del terzo mondo o in via di sviluppo e delle problematiche ad essi connesse, di inquinamento, di energie alternative, si;
se politica è andare a manifestare nei cortei del gay pride roma 2000 e Padova 2002 insieme ad amici di ogni genere e tendenza consapevoli del fatto che è ora di cambiare queste politiche falso moralistiche, si;
Se politica è esprimere e vivere nel quotidiano il più possibile le proprie idee cercando di interagire con il mercato globale nel proprio piccolo boicottando le marche che sfruttano il lavoro e la vita di tanta gente nel mondo, si.

16. Uno slogan che ti rappresenta (va pubblicato sul manifesto).
Potere alla materia e al sentimento.
CV
STUDI E FORMAZIONE
Ottobre 2000: Regione Veneto - Provveditorato di Belluno
Concorso ordinario per esami e titoli al fine di insegnare nelle scuole medie inferiori e superiori le materie dell' A.D.1 (disegno e storia dell'arte classe 25/A, educazione artistica classe 28/A)
Voto di abilitazione: 65.4/100
1994 - 1995
Corso di "Illustrazione: tecniche miste"
Docente: Arch. Claudia Bonollo
Scuola Internazionale di Grafica di Venezia, Santa Croce213 Venezia
Novembre 1991: I.U.A.V. Istituto Universitario di Architettura di Venezia
Esame di Stato: Abilitazione all'esercizio della Professione di Architetto
Iscrizione all'Ordine degli Architetti della Provincia di Venezia: Settembre 1993.
1983-1991: I.U.A.V. Istituto Universitario di Architettura di Venezia
Laurea in Architettura
Indirizzo: restauro architettonico
Data di conseguimento: 15/7/1991
Voto di laurea: 110/110 e lode
Titolo della tesi: "Il sistema difensivo della vallata del Montone-Acquacheta: progetto di recupero di Terra del Sole."
Relatore: Prof. Arch. Romeo Ballardini
1978-1983: Liceo Scientifico "G. Bruno", Venezia-Mestre
Diploma conseguito: maturità scientifica
Anno di conseguimento: 1983
Voto di diploma: 50/60

CONOSCENZE INFORMATICHE
Sistemi operativi: MACINTOSH (buono), MSDOS (buono)
Software utilizzati: AUTOCAD2000, WINDOWS MILLENIUM, EXCELL, POWER POINT, PHOTOSHOP

LINGUE
Inglese (buono)
POSIZIONE MILITARE
Congedato (servizio civile)
Data di congedo: Settembre 1991
PATENTE B (automunito)

ESPERIENZE PROFESSIONALI
INSEGNANTE
gennaio-giugno 2005
PROVINCIA DI VENEZIA, C.F.P. (Centro Formazione Professionale) - sede di Venezia-Marghera
Docente del corso di Disegnatori d'interni;
febbraio-giugno 2004
FACOLTÀ DI ARCHITETTURA DELL' UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - sede di Cesena
A.A. 2003-2004, I e II Semestre
Tutor del "Laboratorio di sintesi finale Recupero dei contenitori storici" - Prof. R. Scannavini;
Dal 2000 lavoro anche come insegnante abilitato in Educazione artistica e Disegno e storia dell'arte presso le scuole pubbliche superiori di primo e secondo grado della Provincia di Venezia in qualità di supplente a tempo determinato per le suddette materie.

ARCHITETTO e CONSULENTE TECNICO
Dal 1993 sono iscritto all'Ordine degli architetti della Provincia di Venezia con il numero 1944 e svolgo la libera professione di architetto occupandomi principalmente di ristrutturazioni edilizie, arredo e di consulenze tecniche in materia di edilizia;

PITTURA
Autodidatta
Dal 1995 dipingo in maniera professionale, partecipando a fiere dell'arte, mostre personali e collettive, rassegne di pittura e concorsi in Italia e all'estero.
Esposizioni in Italia:
- Collettiva dal titolo "Passaggi" presso Villa Pisani Strà-Padova-Italia (15-21 Lug 2000)
- Collettiva dal titolo "Onirica" presso la Fondazione Villa Breda (Ponte di Brenta-Padova) (Apr 2000)
- Personale dal titolo "Immagine donna" presso il Miroir de la musique di Yair Wahal, Padova (Sett 99)
- Collettiva dei pittori A. Fiorini, G.Leandro, R. Montagnin Auditorium Monteverdi, Marghera-Ve (Mag 99)
- Personale presso la Galleria La Cella Ass. Culturale La Rotonda, Mestre-Ve (Nov 98)
- Personale dal titolo "Cloni=Risulta", Galleria La Roggia, Pordenone (Mag 98)
- Personale dal titolo "Continenti", Galleria Ennevu di Nicoletta Vignoli, Bologna (Ott 97)
- Collettiva presso la Galleria La Cantina, Latisana-Udine (Set/Ott 97)
- Personale dal titolo "Deserti" presso la Galleria Studio d'Arte Due, Venezia (Mag 97)
- Personale dal titolo "1996: Incontri come luci" presso il Circolo Arcinova Q16, Mestre-Ve (96/97)
- Personale dal titolo "Esule" Palazzo Pretorio, Castrocaro Terme Terra del Sole-Forlì (Ago 96)
- Personale dal titolo "Donna e spazi" sala espositiva Circolo Arcinova Q16, Mestre-Ve (Mar 96)
Esposizioni all'estero:
- Collettiva dal titolo "Humano de su mano" presso la Casa de cultura - Sala de exposiciones Luis Vele Medina del
Campo-Valladolid-Spagna (Ago/Sett 2000)
- Collettiva di artisti italiani-sloveni Trzic-Slovenia (Lug/Ago 2000)
- Collettiva a Madrid (Spagna) all'interno della manifestazione "Autunno fotografico" presso il Centro Culturale Galileo
Galilei (Ott 99)
- Colletiva di artisti italiani al Centro Culturale El Soto, Mostoles-Madrid (Spagna) (Mag 99)
Fiere:
- Arte Padova 1996-1997-2000, 7-8-11 Mostra Mercato d'Arte Contemporanea, presso lo stand della Galleria il Tempo Conselve-Pd (Ott '96-'97-2000)
- Expoarte 1999-2000, Fiera dell'arte di Bari presso lo stand della Galleria il Tempo, Conselve-Pd (Dic.1999, Mar2000)
Concorsi:
- Segnalato al 3 Concorso di pittura dal tema "Viaggio nel passato" Memorial Mario Mattiuzzo-fotografo, Maserada-Tv
(Set 2003)
- III° Premio al Concorso Nazionale del miniquadro 2000 organizzato dall'Ass. Artistica Culturale La Barrique Venezia-
Mestre (Dic 2000)
- Segnalato al Concorso di arti visive Premio Villa Farsetti -Edizione 2000, S. Maria di Sala-Ve (Mag 2000)
- Diploma d'onore e premio al 9 Concorso Nazionale di Pittura Città di Forlì (Set 98)
- VII Premio ex aequo al Concorso nazionale di pittura e grafica G.B. Cromer Arte Agna (38^ediz.) Agna-Pd (Ago 98)
- Segnalato (con medaglia d'argento Euromusica) al 2 Concorso nazionale di pittura - sezione tema libero Premio
Freya Stark, Asolo-Tv (Nov 97)
- VII Premio ex aequo al Concorso nazionale di pittura e grafica G.B. Cromer Arte Agna 97, (37 ediz.)Agna-Pd
(Ago 97)
- Segnalato al Premio Nazionale d'arte del miniquadro all'interno della rassegna Natale in Valcamonica Breno-Brescia
(Dic 96)- IV Premio ex aequo al 3 Concorso di pittura a soggetto dal titolo: Acqua ieri e oggi, ricchezza e bellezza del nostro
territorio, Rio San Martino di Scorzè-Ve (Nov 96)
- Segnalato al 5 Concorso di pittura contemporanea Premio Nazionale Città di Piegaro, Piegaro-Perugia (Ott 96)
- Medaglia Aurea alla VIII^ Edizione della Biennale Nazionale d'arte Enore Campanini Canossa- Reggio Emilia(Lug 96)
- V Premio alla 1 Edizione del Concorso Nazionale di pittura di Schio-Vicenza, (Giu 96)
- I Premio alla 7 Edizione del Concorso Nazionale di pittura estemporanea Alieto Ragazzini, Castrocaro Terme-Terra
del Sole-Fo (Giu 96)
- II Premio alla 3 Edizione del Concorso Regionale di pittura Bepi Spolaor, Mira-Ve (Mag 96)
Rassegne:
- Rassegna di pittura e scultura dal titolo Arte e cuore, organizzata dall'Ass. Amici del cuore (terraferma veneziana)
Centro Culturale S. Maria delle Grazie, Venezia-Mestre, nov 2000;
- Partecipazione al primo happenig creativo "Landfall art center - Ala ponta dea diga" organizzato dall'Arch.Antonio
Rodriguez con lo scopo di lavorare con i materiali spiaggiati, Alberoni-Lido di Venezia (29/6-2/7/2000);
- Partecipazione per invito con una personale alla manifestazione "Porsche in musica" Villa Condulmer, Zerman-V (Giu 2000);
- Partecipazione per invito alla manifestazione "Il Garda e il Giubileo" 3^ Rassegna d'arte internazionale Lodovico
Morando 2000, Verona-Garda (Mag 2000);
Presenze in cataloghi e pubblicazioni:
- Catalogo del World Festival of Art on Paper, Kranj-Slovenia, sett 2000
- Catalogo della mostra collettiva dal titolo "Humano de su mano", Casa de cultura, Sala de exposiciones Luis Velez Medina del Campo-Valladolid-Spagna, Ago/Sett 2000
- Catalogo dell'arte moderna italiana n36 2000 (Editoriale G. Mondadori)
- Annuario Comed n°26 1999
- Catalogo della mostra collettiva dal titolo "Nuevo humanismo - presencias en el Arte Italiano Contemporaneo" C.S.C. El Soto, Ayuntamento de Mostoles, Madrid, Spagna, Mag 99
- Catalogo del Premio di pittura "La Portella" VIII^ Edizione (mostra internazionale di arte contemporanea),
Carsoli (AQ) Ago 99

GRAFICA
1991/2004
METRIDARTE Marghera-Venezia
- dal 2001 mi occupo dell'aspetto creativo nella realizzazione di tessuti jacquard per l'arredamento
(rivestimento pareti e arredo, arazzi, e oggettistica di complemento - copriletti, copritendaggi etc) per conto
di una ditta locale;
JOINTEK - DESIGN STUDIO, Mira-Oriago-Ve
- partecipazione al concorso indetto dalla Provincia di Treviso - Ufficio Viabilità per la realizzazione di un logo
inerente la pubblicizzazione degli interventi mirati alla prevenzione e sicurezza stradale;
STUDIO ARCH. M. TONIOLO, Venezia-Mestre
- progetto grafico di un pieghevole illustrativo per l'Elite Hotel Residence (Ve-Mestre)
STUDIO ARCH.TTI PILONI E TREMENDELLI, Forlì
- progetto grafico di un logo per uno stand-gelateria all'interno dell'ipermercato IPER (Ravenna)
STUDIO ARTAIDE , Venezia-Marghera
- progetto grafico di un depliante per pubblicizzare le attività commerciali di C.so Magenta (Milano)
- progetto grafico di pieghevoli illustrativi e biglietti di invito per mostre personali e collettive di
pittura
- progetto grafico di un biglietto di auguri natalizi per un negozio di strumenti musicali a
percussione (Mokke's drum lab, Ve-Mestre)
- marchio per un negozio di occhiali (Ottica S. Bona, Tv).

POESIA
1985/2005
Progetto grafico e realizzazione di n2 raccolte di poesie inedite (non pubblicate):
"Senza titolo: 1985-1995"
"Circostanze: 1996-1997"
1998
Dott. Massimo Rossi ha curato la presentazione critica della raccolta "Circostanze: 1996-1997" alla serata dedicata alla poesia del sottoscritto nell'ambito degli incontri del Gruppo Poesia - Comunità di Mestre (Centro Civico Carpendo Bissuola di Venezia-Mestre);
una poesia del sottoscritto è stata pubblicata sul giornalino "Il Volo" del mese di giugno redatto dal Gruppo Poesia Comunità di Mestre;
2000
selezionato con un componimento per essere inserito nell'Agenda poetica "Il segreto delle fragole 2001" realizzata dalla Casa Editrice della Lietocollelibri di Michelangelo Camilliti;
Concorsi:
Finalista per la Sezione Poesia Inedita (sez. B) al "XXII Premio Firenze" organizzato dal Centro Culturale Firenze-Europa "Mario Conti" (dic. 2004) per la poesia 19.09.2002 (distacco) con la seguente motivazione: "L'inquietudine che anima i versi emblematici di Antonio Fiorini, si manifesta nell'originalità delle immagini e del linguaggio immediato ed incisivo";
2 Premio ex aequo (sez. A) al Premio Internazionale di poesia e narrativa "Città delle Torri" Bologna, sett. 1999 per la poesia 01.03.1998 (gioie non svelate);
Segnalazione di merito (sez. A) al Premio Nazionale "Histonium" di poesia e narrativa Vasto-Chieti, sett. 1999 per la poesia 17.06.1998 (Venezia-Torino).