VALENTINA MEDDA

Nata il 24/05/75 a Quartu S. Elena (CA), risiede a Bologna.
E-mail: ivmedda@yahoo.it
  • IMMAGINI

    1 - 2 - 3
QUESTIONARIO:

1. Perché hai deciso di partecipare a questo concorso?

Ho letto da qualche parte che un artista, invitato a esporre in un museo, ha portato un’opera che consisteva delle opere di chiunque volesse riempire la stanza a lui concessa, trovando il modo di aprire le porte di un luogo chiuso con una…..come dire…”forzatura legittima” e legale, e per questo ancora più utile e forte...

2. Per chi è utile l'arte?
Per chi la fa???

3. Cos’è la libertà di espressione?
a) quando il mondo gira davvero attorno a me a prescindere da come io mi esprima
b) quando mi chiamano 'artista' per come mi atteggio
c) quando ciò che ferma la mia espressione è solamente il suo esaurimento
d) quando la mia espressione finisce dove inizia quella degli altri
e) altro:
l’essere ascoltati..in occidente ognuno è libero di dire ciò che vuole..ma non tutti/tutto riescono a finire in tv e/o sui giornali...
Una espressione libera si ha, forse, quando c’è possibilità di farla circolare..
il fatto che voi mi/ci facciate da cassa di risonanza?

4. Come interpreti l’affermazione di Joseph Beuys: “Tutti sono artisti”?
chi e cosa è l’artista?!

5. Qual’è l’ultimo vernissage di un evento culturale al quale sei stato? Esprimi la tua opinione al riguardo
uff…

6. Il più speziato pettegolezzo dell’ambito culturale?
cazzo! ma sapete che sono sempre l’ultima a sapere ciò che succede??

7. Cosa determina l’atteggiamento di un artista incline al successo?
Impiegare più tempo nelle pubbliche relazioni che non nella creazione dell’opera che con quelle pubbliche relazioni si sta cercando di vendere…
Ma forse poi nemmeno…in realtà il punto è proprio quello..
Diciamo…vendere se stessi invece che le proprie opere?o se stessi come opera….(ogni riferimento è puramente casuale) J

8. Chi mantiene l’artista?
Nessuno quando è sfigato, mamma e papà negli altri casi

9. Chi ha sponsorizzato il tuo ultimo progetto (specifica le modalità)?
Prego????sponsor??

10. Quali sacrifici hai fatto e cosa faresti per raggiungere i tuoi obiettivi?
Piego piego piego (lavorare come commessa mi sembra un sacrificio abbastanza grosso)
Anche telefonare, presentarmi, tentare di intomellare qualcuno.. mi sembra un sacrificio abbastanza grosso

11. Le tue misure: altezza-peso / colore dei capelli-occhi / petto,seno-vita-fianchi
sono una chiattona bassa, coi capelli ispidi e la pelle unta, senza seno e con un culo da riporto
12. Qual è la tua colonna sonora? Facci conoscere che tipo di musica preferisci.
Era dalle medie che non mi facevano una domanda così idiota… che metterei al bando insieme a: “chi voti?”, “da dove vieni?” (fase universitaria), e “che fai?” (Fase post-universitaria)
Comunque sto canticchiando, se riuscite a sentirmi...

13. Quali sono le tue perversioni?
Il feticismo del naso, ultimamente...ma non vi dirò altro.....

14. Sei mai andato da uno psicologo?
No. Ho l’osteopata

15. Ti occupi di politica? Perché?
L’ho fatto.
Che vuol dire perché?

16. Uno slogan che ti rappresenta (va pubblicato sul manifesto).
C’è la frase di un libro di Auster, che mi rappresenta al momento….ma non voglio parlarmi addosso……..
CV
Laureata in filosofia col massimo dei voti, con tesi sulla donna nella fotografia contemporanea,
Fotografa: ultimo lavoro realizzato: fotografie dell'evento "la danza in luce" organizzato dalla compagnia Carovana (italia) in partenariato con il Portogallo e la Spagna,
Montatrice video, su piattaforma avid e su final cut
Danzatrice, studi di contact improvisation e teatro danza con il Living theatre, la compagnia Bertoni Abbondanza, Monica Francia, Anna Albertarelli, Catia Dalla Muta, Antonio Caporilli, Mikel Aristegui, Inaki Atzpillaga, di contemporanea con Annadora Scalone, Simona Bertossi della compagnia Laudati, di Aikido col maestro Franco Bertossa, di Pilates con Anna Maria Cova, di Butoh con Isako Horikawa.
Ha lavorato per due anni con la compagnia vi-kap, di Anna Albertarelli

Nel giugno del 2001 vince il il 1°premio al concorso kodak color Elite, organizzato dal TFF (toscana foto festival) la cui giuria è presieduta da Franco Fontana. Il lavoro che vince il concorso è il primo realizzato in coppia con la fotografa Giada Pilati, e firmato come PolyAna.
Nello stesso anno vince il premio della critica al concorso "il fascino dell'imperfezione", della città di Bologna.
PolyAna ha lavorato insieme dal 2000 al 2003, producendo principalmente lavori artistici propri, installazioni in slides, manifesti, slides show, ma anche scenografie per feste, foto per brochures e flyers, books fotografici, foto di scena.
L'idea che animava PolyAna era quella di una fotografia che non si fermasse all'attimo dello scatto per morire su una parete, ma prendesse vita nella proiezione slide site specific e interagisse con lo spettatore, che la riempiva di senso, tanto quanto la musica, il luogo, gli elementi scenografici...
Da qui l'unicità dell'evento e la scelta di lavorare sempre con diapositive piuttosto che con la stampa..
Nel maggio 2003 la collaborazione con PolyAna è terminata e Valentina Medda (I-ana) ha cominciato a lavorare da sola.

Esposizioni
Stanze, TTV-TPO, a cura di Anna De Manincor e Anna Rispoli in Collaborazione Con Riccione TTV (festival di video danza e video arte), Bologna, settembre 2001.
Stanze ha vinto il TFF, nel maggio dello stesso anno, nella sua edizione stampata
Limbo, "Space is the place" festival d'arte curata da Marco Altavilla, Bologna, gennaio 2002;
Centro d'arte contemporanea della città di Broumov (Repubblica Ceca), evento artistico a cura di Federica Forni, luglio 2002;
We are The War, We are the Target, realizzato in collaborazione con gli artisti musicisti Vanagloria, è stato selezionato alla "Biennale d'arte di Forte Stella", Porto Ercole, Toscana, curata da Andrea Bezziccheri, luglio del 2002.
Elettromagnetica, evento narrativo per telefoni cellulari, Space is still the Space (2° edizione), a cura di Marco Altavilla. EM è stato realizzato con i Vanagloria, Bologna, gennaio del 2003.
Embryo, manifesto artistico politico, è stato selezionato fra i dieci vincitori dell'esposizione concorso internazionale "Northwest Passages" di Biella, organizzato in collaborazione con la fondazione M. Pistoletto, febbraio 2003, Biella

Singolarmente, Valentina medda ha presentato:
Trasformazioni, slide shows provocatorio sulla riappropiazione degli stereotipi femminili, xm24 Bologna, maggio 2002
Ojos, poor print, Milano, marzo2004
Int-est I distorsioni, proiezione dia, shevilization, evento d'arte femminile, maggio2004
Dallo scioglimento di PolyAna, Valentina ha realizzato 3 lavori:
Stati_d'animo, slide show
Looking for, installazione
Int-Est II anti/camere, stampe
Dal maggio del 2004 al luglio del 2004 ha lavorato, a Berlino, alla scelta immagini per lo spettacolo di Costanza Macras "Back to the Present".
Valentina Medda ha lavorato come assistente alla fotografia sui sets, elettricista, tecnico luci, oltre che, ovviamente, come dogsitter, commessa, cameriera, barista.......ecc ecc ecc
Come tutti gli aspiranti artisti!!