MILLO
Nato il 22/03/1979 a Cittiglio (VA), risiede a Milano.
E-mail: katvalt@libero.it
  • IMMAGINI

    1 - 2 - 3
QUESTIONARIO:

1. Perché hai deciso di partecipare a questo concorso?
Molteplici le motivazioni per partecipare ad un concorso di questo tipo; senza troppe divagazioni o sperperi di parole e frasi fatte, arrivando al nocciolo del perchè partecipare ad un concorso del genere con sincerità l'unica cosa che rimane da dire: "Per arrivare alla Biennale di Venezia!" Cogliere una grande occasione ed uscire dal limbo infelice dei tanti (se poi questo sia il modo migliore... Bhè! Hai posteri l'ardua sentenza!)

2. Per chi è utile l'arte?
Per tutti e per nessuno. Per chi sacrifica e non viene riconosciuto, per chi arriva e si perde. Per chi legge, dopo anni, il faticoso lavoro di una ricerca che ha ancora molto da dire o non ha da dire più nulla. Per coloro che si "annullano" davanti ad un opera, pur non sapendo nulla dell'arte. Per coloro che lucrano sull'arte e creano il mercato.
Per tutti e per nessuno! Arte è una malattia, se la si ha non si guarisce: ci si muore!

3. Cos‚è la libertà di espressione?
a) quando il mondo gira davvero attorno a me a prescindere da come io mi esprima
b) quando mi chiamano 'artista' per come mi atteggio
c) quando ciò che ferma la mia espressione è solamente il suo esaurimento
d) quando la mia espressione finisce dove inizia quella degli altri
e) altro:
La possibilità di esprimere ciò che si ha dentro senza vincoli.
Quando ti senti un fiume in piena e il tuo lavorare non riesce a star dietro alla tua progettualità, talmente tante sono le idee e i progetti che ti riempiono la mente.
Molto spesso l'artista si fa cassa di risonanza per ciò che accade intorno a lui. La sua opera diviene a questo punto un'equazione matematica:
artista:società=opera:tempo
Nel momento in cui questo non accade o meglio se questo viene impedito cade la libertà di espressione. La mia liberà di espressione si ferma solo quando gli altri la impediscono; anche se: bloccare un fiume in piena diventa difficile. Potete impedirmi di fare Arte ma non di vivere con l'Arte.

4. Come interpreti l‚affermazione di Joseph Beuys: "Tutti sono artisti"?
Esatta e sbagliata nello stesso momento: tutti sono potenzialmente artisti, non lo è forse un falegname (anche se qui si aprirebbe l'annoso dibattito tra arte e artigianato), o una massaia che cucina per i suoi familiari?
La differenza sostanziale sta:
a) Nell'impegno con cui si sacrifica all'arte per raggiungere i propri obbiettivi: sofferenza, abnegazione e... lavoro!
b) Nella coscienza del sapere ciò che si fa e nell'essere pronti a distruggere tutto quando il lavoro non è all'altezza di essere chiamato opera.
c) Nell'avere (come già detto) una malattia incurabile che ti divora e ti consuma e si placa solo per un momento di fronte al tuo ultimo lavoro: se questo non sussiste, non ti definire artista.

5. Qual‚è l‚ultimo vernissage di un evento culturale al quale sei stato? Esprimi la tua opinione al riguardo
Il vernissage per la mostra di Giovanni Sesia alla galleria Fabbrica Eos di Milano.
Un artista sicuramente capace che ha codificato un suo linguaggio per tradurre la memoria. Opere affascinanti e di sicuro impatto per il pubblico. Seppure riconosco tutto questo non mi esento dal dire che Haimè! Sono troppo "facili" proprio nella loro riconoscibilità.
Guardandole mi chiedo dove sta la ricerca?

6. Il più speziato pettegolezzo dell‚ambito culturale?
Direi che non do molto adito ai pettegolezzi, anche perché sono i soliti: questo va a letto con quello, quella è figlia di, questo può per quello, etc. D'alta parte: Tutto il mondo è paese!

7. Cosa determina l‚atteggiamento di un artista incline al successo?
Tutto sommato sono forse l'ultima persona a cui chiederlo altrimenti non sarei qui a partecipare a questo concorso (sarei già un artista di successo).
Detto questo posso solo immaginare:
sofferenza, abnegazione e lavoro sono i miei concetti per il vero artista aggiungiamoci un buon gallerista/regista, la capacità di intrattenere relazioni sociali che servono e... il denaro.
Di tutto ciò quanto è atteggiamento personale e quanto fattori esterni?

8. Chi mantiene l‚artista?
Vedi ultima parte della risposta precedente. Io per ora mi sono autofinanziato, nonché mantenuto. Purtroppo questo a voluto dire sottrarre molto tempo alla ricerca.

9. Chi ha sponsorizzato il tuo ultimo progetto (specifica le modalità)?
La Galleria Marconi di Cupra Marittima finanziandomi il materiale, e il soggiorno necessario alla realizzazione dell‚atto performativo/mostra.

10. Quali sacrifici hai fatto e cosa faresti per raggiungere i tuoi obiettivi?
Bhè! Dalle risposte precedenti mi sembra abbastanza chiaro: l'arte è un altare a cui bisogna essere disposti a sacrificare tutto! Quando si gioca questa partita si gioca tutto!

11. Le tue misure: altezza-peso / colore dei capelli-occhi / petto,seno-vita-fianchi
Altezza 1.78
Peso 64Kg
Capelli: castani
Occhi: marroni
Petto: 86 cm
Vita: 70 cm
Fianchi: 90 cm

12. Qual è la tua colonna sonora? Facci conoscere che tipo di musica preferisci.
Musicalmente parlando direi che i miei gusti sono molto vari infatti ascolto dalla musica italiana a quella straniera, dagli anni settanta all'hip hop. E' più facile dire cosa non ascolto: non sopporto l'heavy metal.
L'ultimo Cd comprato I Placeo con Once more with feeling.
Amo soprattutto ascoltare la radio.

13. Quali sono le tue perversioni?
Parafrasando Oscar Wilde "So resistere a tutto fuorché alle tentazioni".
Anche perché è molto difficile definire il concetto di perversione: ciò che può esserlo per voi può non esserlo per me!

14. Sei mai andato da uno psicologo?
No. Ma sicuramente è un'esperienza da provare se non altro per curiosità.

15. Ti occupi di politica? Perché?
La politica è imprescindibile dalla società, il tessuto sociale è il momento in cui viviamo. Non puoi non conoscere il nemico se desideri affrontarlo (una regola abbastanza basilare della strategia).

16. Uno slogan che ti rappresenta (va pubblicato sul manifesto)
Fatti delle domande!
E datti delle risposte!

CV
ESPERIENZE ARTISTICHE

MOSTRE PERSONALI
Gennaio 2004
Personale curata da Mauro Bianchini presso la galleria Franco Marconi Cupra Marittima (AP).

MOSTRE COLLETTIVE
Agosto 2004 Partecipazione al numero uno della Biennale Adriatica "ARTINUOVE" direzione artistica da Luigi Mari Perotti. (con catalogo). San benedetto del Tronto. (AP)
Maggio 2004 Partecipazione su invito alla seconda edizione del concorso nazionale "Vestiti d'arte" indetto dall'Associazione Arteinsacco e l'Assessorate alle Politiche Giovanile del Comune di Vercelli. (VC)
Giugno 2003 Partecipazione al numero zero della Biennale Adriatica "ARTINUOVE" direzione artistica da Luigi Mari Perotti. (con catalogo). Palazzina Azzurra San benedetto del Tronto. (AP)Giugno 2003 Partecipazione all'undicesima rassegna d'arte contemporanea "Athema" curata da Giovanni Ferri. (con catalogo) Palazzo delle Esposizioni (Fano- PU).
Maggio 2003 Partecipazione al concorso Food Design łArte e Cibo- indetto dalla Galleria ONE OFF col patrocinio del Comune di Torino (con catalogo) (TO)

FIERE DI SETTORE
Maggio 2004 Fiera MiArt Milano con la Galleria Fabbrica Eos di Milano.

GALLERIE DI RIFERIMENTO:
Galleria Marconi
C.so Vittorio Emanuele, 70
63012 Cupra Marittima (Ap)
Tel. 0735 77 87 03