DOMENICO OLIVERO

Nato il 27/04/1964 a Cuneo dove risiede.
E-mail: domenico.olivero@libero.it
  • IMMAGINI

    1 - 2 - 3
QUESTIONARIO:

1. Perché hai deciso di partecipare a questo concorso?

Potrebbe essere interessante, poi chissà conosco qualcuno che si appassiona all'arte e si fa una bella chiacchierata su Bruno Munari.

2. Per chi è utile l'arte?
Il termine utile presuppone una senso, ma ciò dovrebbe supporre una forma determinata, ma per fortuna l'arte è una cosa complessa e articolata in continua mutazione, per cui alla fine può essere utile per chi la fa e per chi la riconosce come tale, ma ognuno ha una sua idea per cui alla fine serve a tutti e a nessuno, un poco come la vita...

3. Cos'è la libertà di espressione?
a) quando il mondo gira dawero attorno a me a prescindere da come io mi esprima
b) quando mi chiamano 'artista' per come mi atteggio
c) quando ciò che ferma la mia espressione è solamente il suo esaurimento d) quando la mia espressione finisce dove inizia quella degli altri
e) altro: che sia la possibilità/capacità di dire ciò che si vuole, e ke forse non tutti capiscono/condividono e vivono felici e contenti.

4. Come interpreti l'affermazione di Joseph Beuys: "Tutti sono artisti"?
La frase è riferita ad un determinato contesto storico, in cui le forme ideologiche avevano (o credevano di avere) un potenziale dirompente sul sistema sociale, oggi ritengo questa fase superata dalla forte frammentazione dei sistemi linguistici sociali e dalle dinamiche del consumo di massa, che hanno superato la funzione di società ritornando a una forte frammentazione delle individualità (al fine di poterle consumare meglio!).
Semplificando posso dire che a tutti è dato di fare arte e che tutto (o forse quasi tutto) è arte (soprattutto se legato al fare culturale, come la sociologia...)

5. Qual'è l'ultimo vernissage di un evento culturale al quale sei stato? Esprimi la tua opinione al riguardo
5/11/04 Villa Arson a Nizza, mostra di J.Dodge, J.Flicinsri, P.Mrzyr & J.F. Moriceau, il luogo é molto piacevole, terrazza sulla città strepitosa, la mostra in se discreta, deluso un pochiono dal lavoro di J.D., soprattutto nella realizzazione concreta dei manufatti, mentre i lavori murali di J.F. e P.M.&J.F.M. veramente ben fatto e molto divertente.

6. Il più speziato pettegolezzo dell'ambito culturale?
Sicuramente il prossimo.

7. Cosa determina l'atteggiamento di un artista incline al successo?
Per me il piacere del gioco, per altri il bisogno di esprimere un proprio vivere/sentire e a volte la vanità o il bisogno di denaro. Il mondo è bello perché vario o avariato!

8. Chi mantiene l'artista?
Ci sono tante possibilità, ricchezza familiare, abilità nel promuovere il proprio lavoro in ambito commerciale, qualche gallerista, un amante....e chissà forse la fortuna!

9. Chi ha sponsorizzato il tuo ultimo progetto (specifica le modalità)?
Il mio ultimo progetto era un lavoro durato tutto l'anno 2004 intitolato "Resonance l'arte dell'attenzione", dedicato hai miei 40 anni. Ogni mese ho realizzato un lavoro dedicato a qualcosa del mio personale vivere. Essendo un progetto molto particolare è stato completamente autoprodotto, ho avuto il cortese sostegno di due collezionisti, già interessati ad altri miei lavori, che mi hanno aiutato soprattutto con un supporto tecnico/materiale al completamento del progetto stesso. Per maggiori informazioni sul progetto vedere il sito : http://xoomer.virgilio.it/domenico.olivero1/resonaceweb/index.htm

10. Quali sacrifici hai fatto e cosa faresti per raggiungere i tuoi obiettivi?
Non penso di aver mai sacrificato nulla, è un passione, e come tale mi assorbe e mi diverte. Vivo tutto ciò come un bel gioco, e mi lascio trasportare dal piacere di goderlo. Serenamente. I miei obiettivi sono stati sempre raggiunti condividendo le mie cose con gli amici e usando il mio tempo quotidiano senza grossi disagi o sacrifici, anzi spesso creando contatti e condivisioni con altre persone.

11. Le tue misure: altezza-peso / colore dei capelli-occhi / petto,seno-vita-fianchi
178x65, castano verso il bigio, occhi neri, posso mettere la lunghezza del pene? 16 cm fa tanto annuncio porno!

12. Qual è la tua colonna sonora? Facci conoscere che tipo di musica preferisci.
La musica è un universo immenso ed affascinante, ogni suono può essere un meraviglioso brano, ad esempio alla sera nei rii di Venezia sentire il dolce movimento della marea che si infrange sulle calli, o recarsi alla Giudecca e sostare nella Fondazione Nono e ascoltare alcuni sui brani. Ma nella nostra contemporaneità abbiamo anche la fortuna di poter ascoltare ogni tipo di vibrazione, da quello degli aborigeni australi a quello composito della tradizione dei madrigali, dalle sonorità del Penguin Café a quelle di Orietta Berti, Edith Piaf, Ryoji Ikeda o Nino Rota. Ci sono concerti rock e sinfonie, v-j e balere. Io normalmente accendo la radio e giro la manopola fino a quando un suono colpisce la mia mente e lo ascolto, questa mattina era la fisarmonica dei Lou Dalfin. Perché darsi dei limiti?

13. Quali sono le tue perversioni?
Perversione=? In una società che ormai ritiene ovvio il bondage o il first fuking, mi pare che la più grande perversione sia la quieta normalità. Da quando tutto vuole essere straordinario unico, trovo la semplicità spiazzante della normalità la cosa più dirompente. Se una volta la notte era il luogo del mistero oggi centinaio di luci e persone l'hanno resa fastidiosa e chiassosa. Togliendo tutti i veli al mistero non è rimasto più nulla, se non la banalità del consumo frettoloso. E forse grazie alla maturità che, mi ha svelato la noiosità della diversità, vivo serenamente la più assurda, l'amore di una persona.

14. Sei mai andato da uno psicologo?
No, però ho degli amici che sono degli psichiatri, aiuta?

15. Ti occupi di politica? Perché?
Sicuramente, la politica è il fondamento di una società, sarebbe impossibile non farlo, forse a volte non lo si è consapevoli. Perché amo l'Utopia.

16. Uno slogan che ti rappresenta (va pubblicato sul manifesto).
"Vivo riflesso nei tuoi occhi"
CV
Artista che si è evoluto in questi ultimi anni in un percorso creativo personale, applicandosi a diverse tecniche, in particolare modo alle installazioni. Esse si adattano alle sue esigenze espressive; col fine di poter rappresentare al meglio le proprie particolari riflessioni sulla contemporaneità.
Nelle sue opere si nota una forte curiosità per le dinamiche socio/antropologiche e per una ricerca formale legata alla storia dell'arte, rivisitata con materiali umili e quotidiani. Proprio da queste attenzioni nascono differenti interventi artistici, connotati da una forte interazione col pubblico.
Proseguendo nel suo crescente interesse per le strategie comunicative si avvicina alla realtà del Web progettando nel 2000 il sito 'Impronta', che ha riscontrato un'interessante attenzione da parte dei new-media. Attualmente sta realizzando un particolare progetto intitolato 'Resonance- l‚arte dell‚attenzione', lavoro che si evolverà per tutto il 2004.
(osservazioni critiche di Ornella Calvetti)
He's an artist who has evolved through the years following a personal creative process, exploiting different techniques, especially by means of installations. The latter ones particularly suit his expressive demands, in order to be able to represent to its best his personal thoughts on contemporaneity. Noticeable elements in his work are a strong curiosity for social/anthropological dynamics, and a formal research involving the history of the art, revisited with humble and daily materials.
Just from these interests of his, different artistic interventions are given birth, basically characterised by a strong interaction with the public. Pursuing his increasing interest for communicative strategies, he approached the Web universe by designing, in the year 2000, the 'Impronta' website, with whom he gathered interest, attention and acclaim from the new-media. Currently He is realizing and bringing forth the project 'Resonance - l‚arte dell‚attenzione'. I plan that he will evolve throughout the
year 2004.
(critical observations by Ornella Calvetti)
3/19
...nuove idee, simboli, tecniche, per continuare ad evolversi in territori indefiniti, trascurando i traguardi sicuri che ciò che conta è mutarsi abbandonando le situazioni statiche, dove tutto è, dalla preistoria al nostro presente, unito al domani, senza confini e dimensioni in una ricerca di nuovi rapporti diretti fra forme e linguaggi al fine di aprire la propria mente. Sentirsi essere vivente su un pianeta, dove volutamente si dimenticano le radici, intese come nazionalismi, elementi di divisione, ma riprese come patrimonio globale, rendendosi conto che ogni cosa è un modo di esprimere il proprio esistere, in una ricerca continua di comunicazione con altri esseri umani con sguardo libero in un rapporto diretto con la realtà, con tracce di vite ...
(Domenico Olivero 1993)
...wide horizons in looking for new ideas, symbols, techniques, to go on evolving in indefinite worlds, putting apart sure goals and what is important is changing learning static situations, where everything is, from prehistory up to the present, linked to the future, without limits and dimensions in a research
of new relationships between forms and languages to open our mind. We have to feel alive on a planet where we want to forget our roots, meant as nationalism, elements of division but taken again as a global patrimony, and you can understand that everything is a way to express one's being, way of existing, in a continuous research of communication with other human beings with a free glance, in a
direct relationship with reality, with life traces...
(Domenico Olivero 1993)
4/19
P . H 2 O A r t e
Si tratta di un progetto artistico-culturale, ideato da Olivero Domenico, un‚opera che si può definire multimaterica, sicuramente fortemente concettuale. Nel 1996 il progetto P.H2O Arte si sviluppa come piccolo luogo di sensibilizzazione e 'palestra' per appassionati d‚arte contemporanea, autofinanziandosi in un‚ottica noprofit; vuole essere un luogo d‚aggregazione, incontro, conferenze, ricerche, esposizioni; cataloghi
It concerns an artistic-cultural project, conceived by Domenico Olivero, a work that can be defined of many materials, surely strongly conceptual. In 1996 the P.H2O Arte project was developed (a self-production, no-profit space). In that place it is possible to present all forms of art; expositions, installations, research workers, conferences, books, catalogues and more
Storico / historical
1996
Piccoli progetti espositivi prendono forma / the first little exhibition
08-15/11/96 collettiva in un garage / exposition in a garage.
1998
10-25/06/98 mostra / exposition (quadri / painting).
06-15/11/98 'Frida K.- di Marco Corona (fumettista / comic-strip artist)
20-28/12/98 'Sintomi di Crisi' collettiva di giovani artisti cuneesi / exposition of a group of young artist of Cuneo (Raffaella Brunetti,Anna Falco, Enrico Massimino, Silvana Scotto, Alessandro Tesio).
1999
'Incontri' dal 04/02 al 15/04 ore 21,00; serate a tema, per dialogare sul mondo dell‚arte contemporanea, prima serie / conference of contemporary art, firs part.
'Tracce' organizzazione rassegna estiva d‚esposizione nel parco del / summer exposition in the park of Nuvolari Libera Tribù di Cuneo:
19/06 al 02/07 'Gemme' di Domenico Olivero, installazione / installation.
03/07 al 16/07 'Studio d‚interno' di Christin Iallonardi, pittura / painting.
17/07 al 30/07 'Acrilici' di Giuseppe Buffon, pittura / painting.
31/07 al 20/08 'Fibr@' di Stefano Venezia, installazione / installation.
21/08 al 03/09 'Uomo a pezzi' di Alessandro Tesio, pittura / painting.
04/09 al 20/09 'Fette d‚irrequietezza' di Luca Giordana, pittura / painting.
24/09 16/10/99 'Come un‚esposizione' mostra presso/ exposition in the Museo Civico di Cuneo nel chiostro / cloister of church of
San Francesco, hanno partecipato Cristiana Addis, Cristina Barale, Enrico Massimino, Domenico Olivero, Andrea Quaranta ed Enrico Tealdi.
'Incontri' dal 28/10 al 16/12 ore 21,00; serate a tema, per dialogare sul mondo dell‚arte contemporanea, seconda serie / conference of contemporary art, second part.
19/11/99 al 21/11/99 'Gallerie' mostra storica sugli spazi espositivi privati in Cuneo dal 1970 al 1999 / research worker of history private space for art in Cuneo 1970/1999. Realizzata / made P.H2O, orario dalle 16,30 alle 18,30.
5/19
2000
'MOS-3', programma d‚incontri con un artista e una sua opera / exhibition and conference of one artist and your work :
12 al 13/02 'Litter' di Thomas Berloffa, installazione / installation.
26 al 27/02 'Batman chair' di Luca Giordana, scultura / sculpture.
11 al 12/03 'Caveau ' di Domenico Olivero, installazione / installation.
25 al 26/03 'Stati d‚animo' di Manuela Novaro e Massimiliano Cillario, pittura / painting.
24 al 27/04 'Tango' quadri / painting of Juana Goyanes.
21/06/00 'Equinozio' performance in una notte / night-performance of Ornella Calvetti.
Corsi: ceramica / workshop of Ceramic (Guido Vigna) fotografia / photo (Giorgio Olivero) teatro-danza / theatear and dance (Elena
Cometto), musica / music (Franco Olivero) con la collaborazione del / with collaboration of SEART di Cuneo.
'Foto in-contro' dal 30/09 al 20/10/00 mostra di fotografia / photo-exposition , con il Patrocini del Comune di Cuneo e della
Fondazione Italiana della Fotografia di Torino.
'Laboratorio di grafitismo', dal 09/11 al 14/12, come realizzare murales con uso di bombolette spray / course of graffiti art
organizzato / docent Rossella Cangini.
ŒRagazze di frontiera‚, rassegna femminile / woman-art review alla P.H2O Arte:
04 al 12/11/00 Cinzia Fresia, quadri / painting.
09 al 17/12/00 Marina Falco, quadri / painting.
13 al 21/01/01 Paola Ratazzi, quadri / painting.
2001
07/02 e 21/02/01 'Analisi' ore 21,00; incontro su alcuni artisti contemporanei / dialog of contemporary artist.
07/03 al 11/03/01 'Gruppi Cuneesi' ricerca con mostra sui gruppi artistici presenti nel cuneese dal 1970 al 1999, research worker of
history art-group in Cuneo 1970/1999 realizzata / made P.H2O.
28/03 ore 21,00; '@rt' il mondo della web-art / conference of world web art.
20/04 al 03/05/01 'Anello 20.04.61' collettiva d‚artisti / art group (Margherita Arneudo, Ornella Calvetti, Emilio Dutto, Caterina Galfrè,
Domenico Olivero).
'Collage' incontri e laboratorio / meetings and laboratories. (30/10 idea, 13/11 lab § 27/11 opera, 11/12 lab § 08/01/02 forma/form,
22/01/02 lab § 12/02/02 luogo/place, 26/02/02 lab.)
28/12/01 'video-night' serata dedicata ai video d‚arte / art‚s video evening.
2002
03-20/01/02 'Appunti' esposizione dei libri d‚arte realizzati dalla P.H2O/ exposition of the P.H2O art‚s books.
19/02/02 'Cad' Centro Artistico di Documentazione, inaugurazione di un centro di documentazione sugli artisti contemporanei
(biblioteca, database, accesso internet) / opening of new documentation center. (library, data base)
12-31/03/02 'Presente' ricerca con mostra sulla realtà artistica nella Città di Cuneo nel nuovo millennio / research worker of today art
in Cuneo.
27/04/2 'Ciao' conclusione del progetto P.H2O Arte / the end of project P.H2O Arte.
6/19
W e b a r t p r o j e c t : I m p r o n t a
'Impronta' è un progetto di web art concettuale: che dialoga fra la forma virtuale del web e la realtà.
Esso è composto da una serie di diverse foto, realizzate in differenti parti del mondo, e ora presenti
nel web.
Si tratta di un dialogo, un riflesso fra la realtà del web e quella quotidiana del mondo. L‚impronta è un
contatto, nel mondo reale, che rimanda al mondo virtuale. Quasi come un diario, visioni, incontri›
'Impronta' (Fingerprint) is a conceptual web-art project: a dialog between virtual and real identities.
It's composed by a series of different photos, taken in several places around the world, and now
published on the web.
This is an ongoing process, being a reflection of everyday's life. My fingerprint is a link, a real touch,
and it remains as a virtual trace. A sort of diary, telling about shiftings, visions, meetings...
http://www.jamcafe.com/impronta
7/19
C e r a
19 candele e 1 scultura, di Domenico Olivero.
Data: 23-29/06/2001.
Giorno d‚inaugurazione: 23/06/2001 dalle ore 21,00 alle ore 23,00.
Presentazione:
Nella serata del 23/06/2001 si è svolto presso la Fondazione Peano, che ha per scopo la promozione
della scultura e l‚inserimento dell‚arte nell‚ambiente naturale, una performance artistica di Domenico
Olivero.
Questa performance è stata realizzata con un 'candisuar' in rame dentro cui 19 candele, di formati e
dimensioni diverse, si consumeranno lentamente. Durante l‚accadimento sono stati inseriti alcuni
oggetti, donati da amici che hanno creato, al solidificarsi della cera fusa, una scultura.
Commento:
Nel passare del tempo restano solo le nostre memorie. Il tempo consuma il nostro vivere, di noi
poche cose rimango; solo i piccoli avvenimenti, gli attimi d‚incontro con altre identità che si fondono
col nostro esistere e forse lasciano fragili tracce.
19 candles and 1 sculpture, of Domenico Olivero.
Date: 23-29/06/2001.
Opening day: 23/06/2001 21,00 - 23,00.
Presentation:
Saturday evening, on June 23th, 2001, an 'unusual artistic performance' by Domenico Olivero has
take place at the Peano Foundation, which had as main goal the promotion of sculpture and
integration between art and natural environment.
A traditional copper vessel named 'candisuar' has been used, and 19 candles have slowly burnt into
it, each one with its own shape and size.
During the happening some objects, given as gift by some close friends, will be inserted into the
vessel. They joined all together and created a new sculpture, as soon as the wax started to solidify
again.
Comment:
As time goes by, only our memories don't get lost. As time goes by, it exhausts our existences, only
a few things it spares; those things are just little events, when distinct identities meet one another...
those moments become one and the same with our existence and maybe they only leave a faint
trace.
Indirizzo: Address:
Fondazione Peano Corso Francia, 47, 12100 Cuneo Tel/fax 0171-603649
8/19
A - t e m p o r a l e A - t e m p o r e l t i m e - l e s s
Data, date:
08/12/00 al 31/12/00 aperto tutto il giorno, ouvert tous le jours, free all time.
giorno d‚inaugurazione, inauguration, opening day:
Venerdì, Vendredi, Friday 08/12/00 ore 09,00.
Indirizzo, adresse, address:
Boulevard de France, 14/18 - Saorge, Val Roya (France).
Presentazione, presentation:
Installazione di tipo concettuale nel viale d‚arrivo al suggestivo paesino Saorge abbarbicato alle alpi
Marittime, in valle Roya (Francia).
Installation conceptuel sur le boulevard de la petite ville de Saorge,
conceptual-installation on the lane of the little town of Saorge.
'La montagna vive tempi quieti, l‚inverno incrementa questa tranquillità, questa sensazione cerca di
catturare questa a-temporalità, questo passaggio del tempo che non si percepisce.' D.Olivero
'La montagne vit temps tranquilles, l'hiver développe cette tranquillité, cette sensation tâche de
capturer cette à-temporalité, ce passage du temps qui 'ne perçoit pas.' D.Olivero
'The mountain lives calm times, the Winter increases this calm, this feeling tries to capture this 'atemporale'
period, this passage of time is not perceived'..D.Olivero
9/19
D o N o
Pr og e t t o p e r ' L i b e r a r t ' a L i v er p oo l
Sono stati realizzati 30 differenti disegni usati come punto di
partenza per una catena di scambi con altri disegni, in modo
da creare un flusso continuo di scambio fino alla fine
dell‚esibizione. Luogo della performance è stata la sede
centrale di 'Liberart' a Liverpool, dal 10 al 16 Giugno 2002.
p r o je ct f or ' Li ber ar t ' L i v e r p o o l
30 different sketches have been done and were used as
point of departure for a chain of exchanges with other
sketches, in order to create a continuous flow of exchange
up to the end of the exhibition. The place of the
performance was the central center of 'Liberart' in
Liverpool. From 10 to 16 June 2002.
10/19
L a S e t t i m a n a
Pr og e t t o p e r 'Free Ma n i fe s t a ' a Fra nk f u r t
'Ho realizzato un disegno con gessetti fluorescenti blu e gialli sul principale marciapiede di Mainzer-
Landstr. angolo Replublik Platz (vicino alla Stazione di Francoforte sul Meno). Questo disegno è il
classico gioco dei bambini, chiamato in italiano 'La settimana'. Si tratta di un breve momento di
gioco, per ritornare alla propria innocenza/ sensazione, per i passanti che attraversavano quello
spazio. Questa azione è durata dal 10 al 17 Luglio del 2002.'
http://www.freemanifesta.org/artists/olivero.html
L a S e t t i m a n a
p r o je ct f or 'Fr ee Ma n i f es t ' a F ranc o f o r t e
'I have realized a sketch with blue and yellow fluorescent pieces of chalk on the principal sidewalk of
Mainzer-Landstr. angle Replublik Platz (next to the Station of Frankfurt on the Less). This sketch is
the classical game of his/her/their children, called in Italian 'You week'. it deals with a brief moment
of game, to return to his/her own innocence/feeling, for the passer-bys that that space was crossed.
This action will have lasted since 10 to 17 July of 2002.'
http://www.freemanifesta.org/artists/olivero.html
11/19
I n n e s t o G r e f f e G r a f t
Cronaca di un‚opera d‚arte a cura di Ornella Calvetti
Nella giornata di Sabato 7 Settembre 2002 si è svolta nel Vallone della Valletta, all‚interno del Parco delle Alpi
Marittime, una particolare azione artistica realizzata da Domenico Olivero e Stefano Venezia. Si trattava
dell‚happening 'Innesto - una costellazione sulla terra' particolare intervento dinamico d‚arte. Il tutto ha preso
l‚avvio, nel tardo pomeriggio di una giornata poco estiva, da una simpatica passeggiata attraverso una bella
vallata alpina. Durante la camminata, sono state realizzate due tappe che hanno reso coinvolgente la
presenza del piccolo ma gioviale gruppo di partecipanti. Nella prima, su un bel prato verde, un‚affascinante
installazione di scatole rosse ci aspettava con un contenuto misterioso e variopinto, delicati spazi di colore da
scambiarsi fra i presenti. Nella seconda una suggestiva serie di gemme argentate, appese sugli alberi di un
piccolo boschetto, hanno offerto il loro intimo dono da condividere a casa con le persone amate. Alla fine di
questo tragitto, attraverso una stupenda natura che già si colorava d‚autunno, siamo giunti in prossimità di un
belvedere dove, dopo un simpatico test individuale, abbiamo dato un contributo personale per realizzare una
scultura a forma di costellazione. Codesta delicata struttura, ispirata alla formazione dell‚Orsa Maggiore, era
composta di tanti pensieri, intervallati da chiare candele che hanno dialogato suggestivamente con il tramonto,
accompagnandoci in una magica notte.
Questo happening artistico è stato un tentativo nuovo di fare arte. Una proposta per creare un manufatto
artistico ma anche per cercare un dialogo e una partecipazione con i presenti, il tutto in una romantica cornice
naturale. Un momento di sensibilità e di riflessione poetica per avvicinare le persone alle affascinazioni
dell‚arte contemporanea.
Questo progetto è stato realizzato in collaborazione con l‚artista Stefano Venezia.
Chronicle of a work of art edited by Ornella Calvetti
On Saturday September 7th 2002 in the Valletta Valley, in the Park of the Alps Marittime, a detailed artistic
action created by Domenico Olivero and Stefano Venezia took place. It concerned the event I Graft - a
constellation on Earth - a particular dynamic intervention of art. Everybody started the walking, in the late
afternoon on a beautiful summer day. Walking through a nice alpine valley. During the walking we have
created two phases in which the presence of a small but young group of participants was involved. In the first
one, on a beautiful green lawn, a fascinating installation of red boxes waited for us with a mysterious and very
colorful content, delicate spaces of color to exchange between ourselves. In the second, a suggestive series of
silvered gems, pending from the trees of a small grove where we have offered a present to our intimate to
share at home with the beloved ones. At the end of that journey, in the middle of a fabolus nature already
flushed from the autumn, we arrived to a belvedere where, after a nice individual test we gave a personal
contribution to create a sculpture in the shape of a constellation. That delicate structure, inspired by the Great
Ors was composed of so many thoughts, alternated by lit candles that have suggestively dialogued with the
sunset by accompanying us in a magic night.
That artistic event was a new attempt of making art. A proposal to create an artistic manufactured article but
also to look for a dialogue and a sharing among the presents, everything in a romantic natural frame. A
moment of sensitivity and poetic reflection to approach the persons to the fascination of the contemporary art.
This project has been realized in collaboration with the artist Stefano Venezia.
12/19
O m a g g i o a F e l i x G o n z a l e z - T o r r e s
Questo progetto nasce come omaggio a Felix Gonzalez-Torres, artista meravigliosamente intimista. Esso
rielabora uno dei suoi progetti più noti, la fotografia del suo letto esposta alla visione dei passanti nelle vie di
New York, progetto organizzato da Anne Umland in collaborazione col MoMa, dal 16 Maggio al 30 Giugno del
1992. Il mio intento è prenderne spunto e rielaborarlo al mondo del web, cercando di coinvolgere altre persone
e rendendo il tutto un working in progress. Tale azione vuole sia rendere omaggio ad un'artista da me amato
sia riconsiderare il ruolo del web che sempre più diventa spazio reale che documenta e rende viva la realtà
stessa, oltre a creare un dialogo fra spazio privato e spazio pubblico.
Il lavoro artistico prende spunto da tale azione rimpostandola per il web, per cui nei giorni fra il 16/12/02 e il
20/12/02 fotografato la mia stanza da letto al mattino e inserisco la foto realizzata in alcuni siti web pubblici
(vedi elenco siti sotto), proponendo anche a tutti i casuali visitatori di inviarmi la foto dei loro letti mattutini e di
pubblicarle dal 20/12/02 in poi nei siti web. Il progetto verrà raccolto alla fine nello spazio web
http://digilander.libero.it/omaggioGFT/ , mentre sono stati quotidianamente usati i siti: www.exibart.com (nel
forum) / www.undo.net (carta bianca) come luogo di diffusione pubblica del progetto.
H o m a g e t o F e l i x G o n z a l e z - T o r r e s
This project is born as a homage to Felix Gonzalez-Torres, a marvelous intimist artist. This re-creates one of
his most well known projects, the photograph of his bed exhibited to the pedestrians on the streets of New
York City, a project organized by Anne Unland in collaboration with MoMa, from May 16th to June 30th of
1992. It is my intention to take it as a starting point and re-create it on the world wide web, hoping to involve
other persons and render it all as a work in progress. Such action would render homage to an artist I love, reevaluate
the role of the web which, the more it becomes real space that documents and renders live reality
itself, the further it creates a dialogue between private and public space.
The artistic work will take as its starting point photographs contributed by the contestants which will be posted
on the web for which, from 12/16/02 to 12/20/02, I have photographed my bedroom in the morning and have
also inserted other photos taken from other public sites (see the list of sites below). I propose that all chance
visitors send me photos of their in-the-morning beds so I can publish them starting on 12/20/02 at the
appropriate websites. All the material will then be gathered on a suitable website.
http://digilander.libero.it/omaggioGFT
www.exibitart.com (forum)
www.undo.net (Carta Bianca)
e-mail omaggioGFT@libero.it
13/19
P a s s D o C art web project (attraverso il tempo)
Dopo la serie d‚incontri realizzati in differenti sedi (25-29/04/02 a Barcelona, 25-28/07/02 Berlin, 14-
17/11/02 Ciudad de Mexico) inizia la costruzione del sito web. Questo spazio vir tuale nasce seguendo una
serie di proposte nate dai precedenti incontri, con più di 250 persone. Azione visiva e dinamica, che sfrutta
diverse tecniche e forme› visitatelo e donate un vostro contributo.
PassDoc è un sito artistico, un‚opera multimediale in continua mutazione (work in progress), come un
essere vivente o una città, che lentamente cresce e si sviluppa. E‚ stato creato dall‚artista Domenico
Olivero e si trasformerà con l‚integrazione di nuovi lavori. Il suo nome significa passaggio e
documentazione, come un labirinto fantastico costituito da differenti forme e spazi sia virtuali che reali.
Riflessione:
Sempre più difficile, ma forse impossibile, trovare delle opere che rappresentino la realtà, in forma chiara
ed univoca. Opere artistiche che diano sostanza estetica al mondo che ci circonda, per descrivere
l‚universo in cui viviamo. La tradizione non riesce più a portare avanti significati oramai slegati da un
contesto logico e storico, tutto è nuovo, indipendente o talmente concatenato che non si riesce a dipanarne
la matassa delle origini. Oggi non esistono più verità totali, o risultano irraggiungibili, e quindi non può
esistere un‚opera assoluta che cerchi di descrivere il tempo in cui nasce. Oggi non esiste una forma unica
ma tante parti. La totalità nasce dalla sua segmentazione. La falsa visione globale rivela all‚avvicinarsi una
frammentazione, forse le singole parti sono più significative della totalità. Ogni nuova creazione è forma
che necessita di assorbire e crescere, instabile, riflessiva, così vuole essere quest‚opera che nella sua
presenza sul web riesce ad esprimere al meglio una modernità sempre più incomprensibile e indefinibile. 'il
mondo non può essere espresso, può essere solo vissuto‚
Il progetto si è poi evoluto con un‚appendice dinamica intitolata 'PassDoc off', incontri in differenti luoghi
del globo (Nizza, Venezia, Canterbury e San Francisco), momenti di convivialità intorno all‚arte.
P a s s D o C art web project (through the time )
After the series of meetings performed in the dif ferent centers (25-29/04/02 Barcelona, 25-28/07/02 Berlin,
14-17/11/02 Ciudad de Mexico). I begin the development of the website. This virtual space was created
following a series of proposals from the former meetings, with more than 250 persons. Visual action and
dynamics, that exploit different techniques and shapes› visit us and give your contribution.
PassDoc is an artistic site, a multimedial work in continuous mutation (work in progress), as a living being
or a city, that slowly grows and develops. It is a creation, and it will last for a whole year. It will be
transformed with the integration of new woks by the artist Domenico Olivero. Its name means passage and
documentation, it is a fantastic labyrinth constituted by different shapes and spaces, both virtual and real.
Reflection:
It is always more difficult, but perhaps impossible, to find the works that represent the reality, in a clear and
univocal way. That can give aesthetic substance to the world around us, to describe the universe where we
live. The tradition does not get forward a new meaning of today‚s life, everything is new, independent or so
much concatenated that it is impossible to understand its origin. Today there are not total truths but
different ones. The totality is born from its segmentation. The false global vision reveals itself, when you
come near to it as ›., f ragment, probably the single parts are more significant than the totality. Every new
creation is a form that needs to absorb and grow, fluid, reflexive, and so wants to be this new art-web
project, expressing as good as possible the modernity always more difficult to be understood and without a
definition. 'the world can‚t be expressed, but only lived'
The project it will be evolved in a dinamic action 'PassDoc off', in differente place of the world (Nice,
Venice, Canterbury and San Francisco), art convivial moment.
http://digilander.libero.it/passdoc/
14/19
Resonance - l‚arte dell‚attenzione
Questa idea fa parte di un progetto che per tutto il 2004 si svolgerà sul territorio cuneese. Un attraversamento
meditativo dell'artista sull'essere in un determinato spazio, contaminato da una particolare tradizione culturale,
come in questo caso quella della provincia subalpina. Queste opere si realizzeranno rielaborando elementi
sociali e familiari vissuti direttamente dall'artista, alla scoperta delle ipotesi d'origine. Il nuovo progetto prende il
nome globale di 'Resonance - l'arte dell'attenzione'.
For this year the artist Domenico Olivero is elaborating an original project that will develop through a series of
sensitive instants on the cuneese territory. After the cosmopolitan experience of PassDoc, created by him in
different places (Barcellona, Berlin, Canterbury, City of Mexico, Nice, San Francisco and Venice), the new
artistic work looks at its adoptive earth. It is a meditative crossing by the artist on the subject of being in a
particular place, influenced by a particular cultural tradition, as in this case by his sub-Alpine province. These
works will be created by including social and family elements seen directly by the artist towards the discovery
of his original hypothesis. The new project will take on the all-inclusive name of 'Resonance: the Art of
Attention'.
Programma generale General program:
28/1-20/2/04 '1.9.6.4_7' azione visiva presso lo spazio Albume di Cuneo.
12-26/02/04 'Source' intervento urbano nel centro di Cuneo.
06-20/03/04 'tivogliobenemakefatica' azione artistica presso radio/tv locali.
15-30/04/04 '27Aprile' installazione presso il Plaid di Cuneo.
08-15/05/04 'Monjoie' scultura, presso la Fondazione Peano.
12-26/06/04 'C'era sempre del dolce' sculture presso 'Senzatamburinetrombette'.
11/07/04 'Lippa' simulazione artistica a Paglieres (Dronero).
15-22/08/04 'Antesna' intervento ambientale sul sentire occitani della Valle Stura.
12/09/04 'Pluch' video performance sulla pedancola degli Angeli, Cuneo.
16-24/10/04 'Dispacci' manifesti pubblicitari nel centro storico di Cuneo.
06-20/11/04 'Aktionen' mostra presso la libreria Janus in Cuneo
8-31/12/04 'Ordito' progetto web.
http://xoomer.virgilio.it/domenico.olivero1/resonaceweb
15/19
O n i r i c a 2001 - 2004
Progetto di promozione artistica ideato da Domenico Olivero in collaborazione con la Consulta
Giovanile, col supporto tecnico del Comune di Cuneo e l'Assessorato per le Politiche Giovanili della
Provincia di Cuneo, che organizza da quattro anni un'esposizione d'arti visive (pittura, scultura,
fotografia, fumetto, installazioni, grafica, performance, video e web-art) aperta ai giovani in età
compresa tra 16 e 35 anni, presenti sul territorio della Provincia di Cuneo.
Project of artistic promotion conceived by Domenico Olivero in collaboration with it
'Consulta Giovanile' group, with technical support of the Municipality of Cuneo and
the 'Assessorato alle Politiche Giovanili della Provincia di Cuneo', that had already
organized for four years an exhibition of visual arts (paintings, sculptures, photos,
comic strips, installations, graphics, performance, video and web-art) open to young
people from 16 to 35 years old, present on the territory of the Provincia di Cuneo.
16/19
Toccami
Biennal de Paris 2004
Toccami
Il giorno 22/02/04 dalle ore 10,15 sul confine francese del traforo del Tende (Alpi Marittime) verrà
realizzato sulla parete sinistra del traforo, con gesso colorato, una mano ( la sinistra), mentre sul
versante italiano a sinistra della galleria verrà disegnata un‚altra mano (la destra). L‚opera rimarrà
fino al suo sbiadirsi.
Touche moi
Le jour 22 février 2004 à 10h15 sur la frontière française du tunnel de Tende (Alpes Maritimes),
seront réalisées sur le mur gauche du tunnel, avec des craies colorées, une main, la gauche,
pendant que sur le versant italien à gauche de la galerie une autre main sera dessinée, la droite.
L'oeuvre restera jusqu'à se décolorer.
Touch me
On February 22nd, 2004 at 10:15am, on the French side of the border, in the Tende tunnel (Alpes-
Maritimes), a hand, the left hand, will be drawn on the left wall of the tunnel with colored chalk, while
on the Italian side, on the left of the tunnel, another hand will be drawn, a right hand. The work of art
will stay there until it wears away.
Am 22. Februar 2004 um 10h15 wird auf der französischen Seite des Tende-Tunnels (Alpes
Maritimes) auf der linken Seite des Tunnels mit Farbkreiden eine linke Hand und gleichzeitig auf der
italienischen Seite links des Tunnels eine rechte Hand gezeichnet werden. Das Kunstwerk wird
bestehen bleiben, bis es von selbst verblasst.
http://www.biennaledeparis.org/do/index.html
17/19
Art-Experience
'No Vitrines, No Museums, No Artists. Just a lot of people'.
19-23/05/04 ' workshop con Rirkrit Tiravanija e Philippe Parreno, Pierre Huyghe e
Maurizio Nannucci.a Venezia
5 giorni di incontri e approfondimenti su temi artistici coordinati da Rirkrit Tiravanija.
5 days of meetings and deeping on artistic themes coordinated by Rirkrit Tiravanija
19/05 relatori: Richard Shusterman, Daniel Birnbaum
relators : Richard Shusterman, Daniel Birnbaum
20/05 relatore: Maurizio Nannucci
relator: Maurizio Nannucci,
serata con gli allievi dello IUAV e Giorgio Agamben
evening with IUAV student and Giorgio Agamben
21/05 Argonauti per la Laguna
Argonauts in the Laguna
Performance di R.Tiravanija al Lido di Venezia
22/05 Tutti a casa di R.Tiravanija
everybody at R.Tiravanija home
23/05 Conclusione
Conclusion
18/19
Domenico Olivero
Curriculum vitae
Nato a Cuneo (Cn) il 27/04/1964,
residente in Corso Nizza 22, 12100 Cuneo,
di Cittadinanza Italiana, Cod.Fiscale LVR DNC 64D27 D205U
for all year 'Resonance - l‚arte dell‚attenzione' progetto Artistico/artistic project in Cuneo. (Albume space, Fondazione Peano, Janus Bookshop,
downtown of Cuneo).
15/07 - 01/08/04 'Confidence' e 'Monte Athos' installazioni/installations Zooart in Cuneo.
19/05 - 03/06/04 'Ghiacciaia' mostra/exhibition Ex-Macello in Cuneo.
19-23/05/04 'Art-Experience' workshop con Rirkrit Tiravanija a Venezia
03-30/04/04 'Simulacre(s)' mostra/exhibition La Station Mons-en-Baroeul, Calais (Francia).
20/02-15/03/04 'Touche moi' installazione/installation BiennaldeParis Paris (Francia).
15-20/01/04 Still-Alone art-video con/with S.Venezia. Lecce, Maramures (Romania) Seoul (Korea), Bari, Roma, Passau(Germany), London (UK), Sint-
Niklaas (Belgium),
11/10/03 'Innesto - Greffe - Graft' performance Candelo - Biella.
'PassDoc Off - convivialità x art' 21/11/03 San Francisco (USA) 20/08/03 performance, Canterbury. (Gran Bretagna). 20/06/03 performance, Venezia.
25/04/03 performance, Nizza (Francia).
01/02/03 fino al 15/04/03 'PassDoC' azione artistica nel web/artistic action on the web.
02-30/01/03 'Diarte' mostra/exhibition, Art-Nest Firenze.
07/12/02-06/01/03 'Innesto- Greffe- Graft' mostra/exhibition Agorà di Valdieri.
07-10/11/02 'PassDoC project' installazione/installation A.D.E. Città del Messico (Messico). (Personale/Solo show)
13-15/10/02 'DoNo' performance Liberart a Liverpool (Gran Bretagna).
07/09/02 'Innesto - Greffe - Graft' installazione/installation con/whit S.Venezia, nel Parco Alpi Marittime - Valdieri.
25-28/07/02 'PassDoC project' installazione/installation Atelier Keller (Berlin - Germania). (Personale/Solo show)
10-17/07/02 'La settimana' installazione/installation a 'Free Manifesta' Francoforte (Germania).
20/05/02 'Ciao' mostra/exhibition Pulce d Acqua Arte, Cuneo.
25-30/04/02 'PassDoC project' installazione/installation EspaceFlujoUtil Barcellona (Spagna). (Personale/Solo show)
02-30/04/02 'Impronta at New York' mostra/exhibition Biennial of New York - New York - (USA).
26/01 al 30/03/02 'Reactions' mostra/exhibition Exit Gallery 548 Broadway New York (USA).
22-30/09/01 'Fogli' mostra/exhibition Festival di Stradarolo Roma.
14/09 al 15/10/01 mostra/exhibition Medi@terra Atene (Grecia).
23-29/06/01 'C era' performance con scultura Fondazione Peano di Cuneo. (Personale/Solo show)
20/04 al 03/05/01 'Anello 20/04/62' mostra/exhibition P.H2O Arte di Cuneo.
30/03 al 08/04/01 'Onirica' mostra/exhibition Chiesa di S.Chiara di Cuneo.
03/03 al 11/03/01 'Il condominio' mostra/exhibition Villa Manin di Passariano (Udine).
08-31/12/00 'A-Temporale' installazione/installation Saorge - Valle Roya (Francia). (Personale/Solo show)
29/06/00 'Onda' installazione/installation a Borgo Dora a Torino.
12/05 al 31/05/00 'L'écume du Jour' mostra/exhibition Beauvais (Francia).
09/04 al 16/04/00 'Percorsi' installazione/installation, BIG (Spazio Off) a Torino.
11/03 al 24/03/00 'Caveau' mostra/exhibition, P.H2O Arte di Cuneo. (Personale/Solo show)
01/01/2000 progetto web/ web project: www.jamcafe.com/impronta.
19/11 al 21/11/99 'Fur-tune' mostra/exhibition, Promotrice delle Belle Arti di Torino.
13/11 al 21/11/99 'Les Cultures' mostra/exhibition, Lecco.
02/10 al 31/10/99 'Minotauro' mostra/exhibition a Cuneo, La Morra, Mondovì e Saluzzo.
24/09 al 17/10/99 'Come un'esposizione' mostra/exhibition, Museo Civico di Cuneo.
17/09 al 26/09/99 'Passaggi a Nord/Ovest' mostra/exhibition, Biella.
06-7-8/08/'99 'Passage' performance in Calle Tron a Venezia. (Personale/Solo show)
16-17-18/07/99 'Passage' performance in Rue Buci Parigi (Francia). (Personale/Solo show)
15/06 al 30/06/99 'Gemme' installazione/installation al Nuvolari di Cuneo. (Personale/Solo show)
03/04 al 18/04/99 'Costellazioni' mostra/exhibition, Marcovaldo di Caraglio.
15/01 al 06/02/'99 mostra/exhibition, Mivida di Cuneo. (Personale/Solo show)
28/11/98 mostra/exhibition all'Azimut di Torino.
07/11 al 28/11/98 'Saluti e Baci' mostra/exhibition Foyer del Teatro Nuovo di Udine.
05/06 al 15/06/98 ad 'Archinvolto' mostra/exhibition, Marcovaldo di Caraglio.
29/11 al 08/12/97 mostra/exhibition, 430° Fiera Fredda di Borgo S.Dalmazzo. (Personale/Solo show)
14/12/1996 al 11/01/97 mostra/exhibition, Bac-Art 'Venezia brucia'.
01/11/96 creazione/ creation P.H2O Arte, free space for art, Cuneo.
01/10 al 25/10/96 mostra/exhibition, 'Alla Luce' di Boves. (Personale/Solo show)
21/10 al 30/10/95 mostra/exhibition, 'la Colomba' di Venezia.
10/12/1994 al 07/01/1995 'Saluti da...' mostra/exhibition, Bac-Art a Venezia.
Curatore della rassegna Onirica, rassegna regionale di giovani artisti, per Consulta Giovanile di Cuneo.
Giornalista indipendente per il settore arte, per il settimanale CuneoSette ed il mensile Bedifferent.